18.6 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Maggio 23, 2022

Pagelle Inter-Liverpool 0-2, ottavi di Champions League

Da leggere

Pagelle Inter-Liverpool – I nerazzurri giocano bene, ma perdono l’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Liverpool. Perisic è il migliore in campo; per il Liverpool fenomenale Konaté.

Pagelle Inter-Liverpool, Champions League

Pagelle Inter-Liverpool. Non riesce l’impresa ai nerazzurri, che perdono la sfida contro il Liverpool e sono costretti al miracolo tra tre settimane ad Anfield. La squadra di Klopp accusa la forza dell’Inter, ma poi riesce a ribaltare la situazione e segnare due reti. Ecco le pagelle Inter-Liverpool.

Inter

Handanovic 6: il Liverpool non attacca quasi mai fino al 75’, poi può obiettivamente poco sui gol subiti. Attento nelle uscite.

Skriniar 6,5: gara di grande personalità dello slovacco. Spesso va avanti senza paura e difende benissimo, ingabbiando un Mané forse ancora stanco dalle fatiche internazionali.

De Vrij 6,5: nel primo tempo è in difficoltà dopo uno scontro e quasi esce nel primo tempo. Stringe i denti nel secondo e annulla Firmino fino al gol del brasiliano.  (dal 86’ Ranocchia SV)

Bastoni 5,5: nel primo tempo non gioca male, ma nella ripresa sparisce un po’ dai radar e si perde Firmino nel vantaggio degli inglesi. (dal 90’ Dimarco SV)

Dumfries 6,5: partita fantastica dell’olandese. Importantissimo un cambio di campo perfetto per Perisic, ma che il croato non concretizza. Su quella fascia combatte contro Robertson, vincendo di fatto il duello. (dal 86’ Darmian SV)

Vidal 7: Un guerriero in mezzo al campo. Morde le caviglie ai centrocampisti del Liverpool e recupera una quantità infinita di palloni, riuscendo a ribaltare l’azione da difensiva ad offensiva. Importantissimo. (dal 86’ Gagliardini SV)

Brozovic 6: un po’ in ombra questa sera. Fa il suo compito, come sempre, ma i centrocampisti del Liverpool riescono ad ingabbiarlo.

Calhanoglu 7: forse la miglior partita da quando è nerazzurro. Colpisce una traversa nel primo tempo e domina il centrocampo per 75 minuti. Uno dei migliori, senza dubbio.

Perisic 7,5: è il croato però il migliore in campo di questa sera. Una partita fantastica, ma non perfetta, perché è mancata la finalizzazione dell’azione. Ma ha stravinto il duello con Alexander-Arnold e trascinato i suoi per un’ora e un quarto.

Lautaro 5: poco incisivo. Si impegna, impossibile dire il contrario. Ma non riesce a liberarsi dalla marcatura dei difensori del Liverpool e non si intende spesso con Dzeko. (dal 70’ Sanchez 5,5: non incide. Entra bene in campo, ma il gol degli avversari spegne i nerazzurri, non per colpa sua.)

Dzeko 6: è un giocatore prezioso. Lo si vede dappertutto, a far salire la squadra. Fa il lavoro sporco e, per questo, non ha spesso l’occasione giusta per il gol. Ma il suo è un lavoro molto importante.

All. Inzaghi 6,5: la sua Inter gioca bene e, a tratti, si mostra superiore al Liverpool. Alla fine cede, ma i segnali sono quelli giusti. D’altronde in molti debuttavano agli ottavi di finale di Champions League. Ci sono margini di crescita.

Liverpool

Alisson 6: l’Inter non ha grandi occasioni e lui non è particolarmente impegnato.

Alexander-Arnold 5: ingabbiato da Perisic, non riesce a giocare. Sull’1-0, dà via all’azione del raddoppio, ma la partita non era davvero alla sua altezza.

Konaté 7: un gigante. Blocca tutto quello che passa dalle sue parti ed è spesso decisivo con i suoi interventi in interdizione. Fenomenale.

Van Dijk 7: anche lui gigantesco. Annulla facilmente Dzeko e Lautaro. Un muro che l’Inter non riesce a sfondare.

Robertson 5,5: perde il duello contro Dumfries e, in generale, si fa vedere molto poco in avanti. Partita non all’altezza del suo calibro quella di San Siro.

Fabinho 6,5: si prende la responsabilità del possesso della sua squadra. Ed esegue il compito con precisione. (dal 59’ Keita 6: non dà qualcosa in più ai suoi, ma non sbaglia nulla)

Thiago 5,5: Vidal lo chiude in una gabbia da cui non riesce ad uscire. Mostra lampi della sua qualità, ma poi si spegne poco dopo. (dall’85 Milner SV)

Elliot 6: gara di personalità la sua, anche se non fa una gran partita. Qualche errore, ma anche qualche cosa buona. Di certo, un brillante futuro. (dal 59’ Henderson 6,5: entra e cambia il Liverpool. Dà ai suoi personalità e sicurezza, riuscendo a vincere la gara.)

Salah 6,5: comincia in sordina ma cresce con il passare dei minuti. Il gol chiude la partita e certifica una prestazione complessivamente positiva.

Jota 5,5: spento, prevedibile, poco sicuro. Non la sua partita. Esce al primo tempo. (dal 46’ Firmino 7: cambia la partita. Inizialmente non si mette molto in mostra, ma cresce dopo il gol dell’1-0.)

Mané 6: visibilmente stanco, dopo essere tornato da pochi giorni dall’Africa. Non incide alla gara, ma fa una buona partita. (dal 59’ Dìaz 6,5: frizzante, dà una nuova carica alla squadra con cambi di passo e dribbling).

All. Klopp 7: il Liverpool soffre tanto l’Inter, ma alla fine vince da grande squadra, com’è realmente. Non ha paura di rischiare Elliot titolare. La scelta non paga, ma non riesce a risolvere grazie ai cambi, specialmente quelli di Firmino e Henderson.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy