Virtus Stabia-Sanseverinese, solo un pari 1-1 per gli stabiesi

La Virtus Stabia riparte con un pareggio contro la Sanseverinese dopo la sconfitta in esterna con la Victoria Marra: finisce 1-1

LEGGI ANCHE

Virtus Stabia, mezzo passo falso per gli stabiesi contro la Sanseverinese: finisce 1-1.

Virtus Stabia, solo un pareggio contro Sanseverinese tra le mura amiche: gli stabiesi pareggiano 1-1.

Allo stadio comunale di Casola si è tenuta la diciassettesima del Campionato Promozione Girone D.

La rosa di Mister Di Maio, dopo la brutta sconfitta contro il Victoria Marra, è quarta con 35 punti. Una Virtus Stabia che deve dimostrare tanto per poter accorciare le distanze con le prime in classifica. Al girone di andata, il match ASD Sanseverinese-Virtus Stabia terminò con una netta affermazione degli stabiesi per 0-2.
Gli sfidanti sono ottavi con 25 punti. Nell’ultimo match ha battuto la Temeraria per 2-0.

Formazioni Ufficiali:

Virtus Stabia:
Inserra, Gargiulo, Raffone, Parlato, Ruocco, Apuzzo,
Savarese, Di Ruocco, Farriciello, Pirone, Pagano.

Allenatore: Mister Di Maio

ASD Sanseverinese:
Genovese, Del Sorbo, Cifariello, Tirri, De Simone, Villacaro, Cataldo, Romano, Di Benedetto, Moffa, Penna.

Allenatore: Della Rocca

La gara sarà diretta dal Sig. Romano della sezione di Ercolano. E’ coadiuvato dagli assistenti :1 sig. Palma della sezione di Napoli, 2 sig. Di Sauro della sezione di Torre Del Greco.

Virtus Stabia-Sanseverinese: primo tempo.

Occasionissima per la Virtus, Di Ruocco al 2’ dalla sinistra, sfera di pochissimo fuori.

3’ Farriciello recupera palla su azione quasi in aria di rigore avversaria, tira dalla destra senza concretizzare.

9’ ammonito Parlato.

11’ sugli sviluppi di una rimessa laterale avversaria, Inserra protegge la porta.

12’ su assist di Ruocco, calcia Pagano, sfera di pochissimo alta sulla traversa.

15’ Pirone per Savarese in piena aria di rigore, palla bloccata da un avversario.

16’ spettacolare assist del capitano, Savarese, per Pagano che porta la squadra in vantaggio.

31’ una piccolissima delegazione della Curva della Sanseverinese intona cori.

35’ scontro frontale tra Inserra che para e un avversario.

36’ la Sanseverinese ci prova in area di rigore, sfera bloccata da Di Ruocco verso l’estremo difensore.

36’ ancora Pagano in area di rigore, sfera sul palo.

39’ Inserra in tuffo protegge la porta dal tiro avversario in un contrasto con un calciatore che vuole recuperare la sfera.
Gli ospiti provano a giocare stretto nell’area di rigore avversaria, in particolare Di Benedetto sempre presente.

44’ sugli sviluppi di una punizione centrale di Cataldo, Inserra con i guanti.
Il direttore di gara concede 3’ di recupero.
Finisce il primo tempo con il vantaggio degli stabiesi, protagonisti assoluti per i primi 30’ di gioco.

Virtus Stabia-Sanseverinese secondo tempo.

Sanseverinese che schiera i suoi uomini nella propria area di rigore a voler bloccare il gioco della Virtus Stabia.

12’ gli ospiti sprecano la prima importante occasione goal sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

14’ dopo azioni rocambolesche nell’aria di rigore stabiese, la Sanseverinese pareggia: 1-1.

17’ esce Raffone entra Formisano.

20’ Farriciello dalla destra non concretizza.
Primo cambio anche per gli ospiti al 24’.

27’ su cross di Pirone, Pagano ci riprova, Genovese protegge.
Secondo cambio per gli ospiti, esce Penna entra Di Gregorio.

30’ ancora Virtus che spreca un’occasione con una serie di azioni concluse da Pirone che non concretizza.

31’ entra Caccavo esce Apuzzo.

36’ entrano Martire e Cioffi, escono Parlato e Pirone.

38’ ci prova Cioffi dalla sinistra, tiro debole.

43’ esce Di Benedetto, entra Coppola.

Il direttore concede 6’ di recupero.

Altro cambio per gli ospiti, esce Romano entra Bartiromo.
Ammonito Cataldo.
Tiro di Caccavo, Genovese para senza problemi.

Finisce 1-1 il secondo match del girone di ritorno che permette alla Virtus Stabia di recuperare 1 solo punto in classifica.

Espulsi: –
Corner: 4-1

Juve Stabia, le emozioni della cavalcata travolgente delle Vespe

Juve Stabia, riviviamo le emozioni della magnifica cavalcata delle Vespe: un dominio incontrastato lungo 35 giornate fino alla matematica
Pubblicita

Ti potrebbe interessare