Vinitaly 2024: Un’Anteprima del 56° Salone Internazionale dei Vini e Distillati

LEGGI ANCHE

Vinitaly 2024, il 56° Salone Internazionale dei Vini e Distillati, si prepara ad aprire i battenti a Verona.

Con una partecipazione eccezionale di oltre 4.000 aziende provenienti da 30 paesi diversi, l’evento promette di essere un’occasione unica per gli operatori del settore e gli appassionati del buon vino.

Domani, illustri ospiti inaugureranno la manifestazione, che vedrà la consegna di prestigiosi premi e la presentazione di importanti ricerche sul mondo vinicolo.

Vinitaly 2024: Il Grande Salone Internazionale dei Vini e Distillati a Verona

Il 56° Salone Internazionale dei Vini e Distillati, noto come Vinitaly 2024, promette di essere un evento di grande risonanza, con una partecipazione prevista di oltre 4.000 aziende italiane e internazionali provenienti da 30 paesi diversi. L’evento si terrà presso Veronafiere dal 14 al 17 aprile.

La cerimonia di apertura avrà luogo domani, 14 aprile, alle ore 11 presso l’auditorium Verdi del Palaexpo. Importanti figure istituzionali, tra cui il Presidente della Camera dei deputati Lorenzo Fontana e il Ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida, interverranno per inaugurare l’evento.

Vinitaly non sarà l’unico protagonista, poiché sarà affiancato dalla 28ª edizione di Sol, il Salone Internazionale dell’Olio d’Oliva, dal 25° Enolitech, dedicato alle tecnologie vitivinicole, e da Xcellent Beers, una rassegna dedicata alle birre artigianali. Quest’ultima farà il suo debutto autonomo quest’anno, evidenziando ulteriormente l’importanza e la diversità dell’industria delle bevande.

Durante la cerimonia di inaugurazione, verranno consegnati importanti premi, tra cui il “Premio Vinitaly International Italia”, il “Premio Vinitaly International Estero” e i nuovi “Vinitaly Wine Critics Award” e “Premio Vinitaly 100 anni”.

Un momento significativo sarà la presentazione della ricerca Vinitaly 2024, intitolata “Se togli il vino all’Italia – un tuffo nel bicchiere mezzo vuoto”, che analizzerà l’impatto socio-economico, culturale e turistico della scomparsa del vino in Italia, con particolare attenzione a tre aree simbolo: Barolo, Montalcino ed Etna.

Vinitaly non si limita alle frontiere italiane, ma si estende anche oltre oceano con Vinitaly USA, un’iniziativa che mira a promuovere gli incontri diretti tra produttori italiani e acquirenti del Midwest degli Stati Uniti. Il vicepremier Antonio Tajani sarà presente alla presentazione di questo nuovo progetto fieristico internazionale, che avrà luogo nella galleria tra i padiglioni 6 e 7.

Infine, nel pomeriggio, si terrà la cerimonia di premiazione del “Premio Angelo Betti – Benemeriti della Vitivinicoltura 2023”, un riconoscimento che celebra coloro che contribuiscono al progresso della produzione vitivinicola italiana.

In conclusione, Vinitaly 2024 si preannuncia come un evento eccezionale, che unisce tradizione, innovazione e impegno verso un settore vitivinicolo sempre più globale e dinamico.


La Virtus Stabia programma la nuova stagione: Organigramma e stadio le priorità

Prosegue l’idea di crescita e di rafforzamento societario per la stabilità in Eccellenza e di investimenti per lo stadio comunale di Casola di Napoli
Pubblicita

Ti potrebbe interessare