24.9 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

venerdì, Luglio 1, 2022

Un italiano dagli Stati Uniti introduceva valuta non dichiarata. Sanzionato

Da leggere

La GdF di Palermo presso l’aeroporto della città ha sanzionato un italiano che stava introducendo valuta non dichiarata per 12.660 €

Nei giorni scorsi, i Finanziari della Compagnia di Palermo-Punta Raisi in collaborazione con i funzionari del locale Ufficio delle Dogane, nell’ambito dei controlli volti a prevenire frodi di natura doganale ed in particolare in relazione alla circolazione transfrontaliera di valuta, grazie al fiuto dell’unità cinofila anti-valuta “Haira” della Guardia di Finanza, hanno proceduto a fermare ed identificare un italiano proveniente dagli Stati Uniti.

In particolare, durante i controlli sui flussi di passeggeri in entrata nello Stato, alla domanda di rito circa il possesso di denaro o valori di ammontare pari o superiore ai 10.000 €, C.E. affermava in maniera generica di trasportare una somma inferiore rispetto alla franchigia autorizzata in assenza di dichiarazione doganale.

Le Fiamme Gialle e i funzionari doganali, non ritenendo attendibili la dichiarazione del soggetto, procedevano ad ispezionare i bagagli al seguito del viaggiatore, rinvenendo una somma di denaro contante pari a 12.660 € suddiviso in banconote di grosso taglio.

La normativa nazionale in materia di circolazione transfrontaliera di valuta (D. Lgs. 195/2008) impone uno specifico obbligo di dichiarazione in capo alle persone che attraversano a qualsiasi titolo i confini dello Stato e che abbiano al seguito denaro o valori di ammontare pari o superiore ai 10.000 euro. Pertanto, il responsabile della violazione è stato sanzionato amministrativamente ai sensi dell’art. 9 del D. Lgs. 195/2008 ed ammesso al pagamento della sanzione con oblazione immediata, per effetto dell’art. 7 del predetto Decreto.

NOTA

L’attività di servizio – tesa ad assicurare il presidio della trasparente circolazione dei flussi finanziari transnazionali – si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo economico del territorio della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Dogane a contrasto dei traffici illeciti che, attraverso gli spazi doganali, interessano il territorio nazionale.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy