Sequestro di 10 pistole e munizioni nella contrada “arance dolci”, 1 persona arrestata e 22 denunciati

I CC di Siracusa, Noto, Ragusa, Caltanissetta, Catania e Agrigento, hanno eseguito un controllo straordinario in una contrada di Noto (SR) dopo che un minorenne era stato ferito gravemente da un proiettile

LEGGI ANCHE

Il 03 dicembre 2021, dalle prime ore del mattino, in Noto (SR), i Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa, coadiuvati da personale dei Comandi Provinciali di Ragusa, Caltanissetta, Catania e Agrigento, dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia, della Compagnia di Intervento Operativo del 12° Reggimento “Sicilia” di Palermo, da unità cinofile del Nucleo di Nicolosi (CT) e da un elicottero dell’Elinucleo etneo, hanno dato corso a un vasto servizio di controllo straordinario del territorio, perquisendo oltre  200 immobili situati in quella località “Arance Dolci”.

Nel corso del servizio i Carabinieri hanno:

−             tratto in arresto in flagranza un 55 enne, poiché trovato in possesso di 3 pistole, un centinaio di munizioni di vario calibro e la somma contante di circa € 60.000, verosimile provento di attività illecita;

−             rinvenuto, all’interno di una autovettura, parcheggiata in un immobile in costruzione:

.              7 pistole di vario tipo e calibro;

.              oltre cento munizioni di vario calibro;

−             denunciato alla Procura della Repubblica di Siracusa:

.              18 persone per furto di energia elettrica;

.              un 54enne, poiché trovato in possesso di circa 4.000 euro ritenuti provento attività illecita;

.              un 72enne, poiché all’interno della sua abitazione deteneva circa 50 kg di rame e 60.000 euro ritenuti provento attività illecita;

.              un 30enne, sorvegliato speciale, perché trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di cm. 25;

.              un 26enne, per ricettazione, in quanto trovato in possesso di un ciclomotore rubato a Taranto nel 2017.

Al termine delle operazioni l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa ove permarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria aretusea.

Sono in corso accertamenti per risalire alla provenienza delle armi in sequestro e per far luce sul grave episodio di fuoco che ha visto un minore vittima di un colpo d’arma da fuoco, sul quale stanno indagano i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Siracusa e del Nucleo Operativo di Noto (SR).

Di questo episodio ci siamo occupati in ultimo nell’articolo “3 Dicembre 2021 Perquisizioni in corso con sequestro di armi munizioni e denaro. Il 17enne colpito alla testa è in comaUn ragazzo di 17 anni mercoledì sera è stato colpito da un proiettile alla testa a Noto mentre insieme ad alcuni familiari si trovava all’interno di un’auto che stava percorrendo via Platone, una strada periferica che attraversa il quartiere nel quale si è insediata la comunità dei Caminanti, un gruppo nomade siciliano che ha scelto il Val di Noto per collocarsi e della quale farebbe parte il ragazzo ferito … Il giovane era stato traportato d’urgenza al Pronto soccorso di Avola dalla stessa madre e da altri parenti per poi vista la gravità della sua situazione clinica è stato trasferito d’urgenza all’ospedale Garibaldi Centro di Catania dove è stato dapprima operato e poi ricoverato nel reparto di Rianimazione. Tuttavia le sue condizioni sono subito apparse gravissime rimanendo in coma e nella serata di ieri è stata dichiarata la morte cerebrale. I parenti non hanno consentito la donazione degli organi …”.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

Juve Stabia, Adorante: non penso al gol, è importante la squadra

Andrea Adorante, attaccante della Juve Stabia, ha rilasciato alcune dichiarazioni in sala stampa al termine del match con la Turris
Pubblicita

Ti potrebbe interessare