Promo ASTEROIDE 2
Promo ASTEROIDE 2

Prima volta di missione spaziale che tenta di deviare asteroide

Per la prima volta una missione spaziale tenterà di deviare un asteroide potenzialmente pericoloso per la Terra con un satellite artificiale

Satellite artificiale riuscirà a deviare pericoloso asteroide? È questa la domanda a cui si tenta di rispondere con l’ultima impresa spaziale appena iniziata.

La Nasa ha, infatti, lanciato oggi una navicella spaziale che tenterà di deviare l’orbita di un asteroide che gravita nei pressi del nostro pianeta. Il lancio è avvenuto alle 22:21 ora locale (le 7:21 in Italia) di oggi dalla base Vandberg, in California.  Lo scopo della missione scientifica è testare la capacità tecnica di riuscire a modificare la traiettoria di un corpo celeste a rischio di impatto con la Terra.

Quello di essere colpiti da un “sasso” che arriva dallo spazio è una paura ancestrale che l’Uomo si porta dentro da milioni di anni. A tal proposito, qualcuno sostiene addirittura che l’estinzione dei dinosauri sarebbe stata causata … proprio da un meteorite.

L’esperimento creerà un autentico impatto nello spazio, tra questo satellite artificiale lanciato oggi ed il meteorite Dimorphos del diametro di appena 170 metri. Si precisa che questo corpo celeste si trova a circa diecimila km dalla Terra e che non rappresenta affatto un pericolo per il nostro pianeta.

La navicella incontrerà il “nostro” asteroide Dimorphos tra circa 11 mesi – nel prossimo ottobre -contro il quale andrà letteralmente a schiantarsi. Ma prima di scontrarsi con il bersaglio, dalla navicella si sgancerà un micro satellite – battezzato LiciaCube – che avrà il compito di allontanarsi dalla traiettoria dell’impatto e di filmare tutto l’evento.  I dati così raccolti permetteranno di misurare l’eventuale cambio di traiettoria dell’asteroide. E quindi stabilire se l’esperimento è riuscito e le eventuali criticità da segnalare e risolvere.

Notazione nazionalistica: LiciaCube è interamente frutto di tecnologia italiana, realizzata da una azienda di Torino, per conto dell’Agenzia spaziale italiana.

A ottobre 2022 sapremo se ne è valsa la pena e se per il futuro il nostro pianeta sarà in grado di difendersi da eventuali pericoli provenienti dallo spazio.

Prima volta di missione spaziale che tenta di deviare asteroide // Carmelo TOSCANO/ Redazione Lombardia

Ascolta la WebRadio