27.8 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Giugno 25, 2022

L’osservato speciale – Lorenzo Insigne, lo scugnizzo napoletano

Da leggere

L’osservato speciale – Un benvenuto speciale ai lettori di Vivicentro.it alla prima edizione della nuovissima rubrica “L’osservato speciale”, rubrica di approfondimento sui calciatori della SSC Napoli.

L’osservato speciale – Lorenzo Insigne, lo scugnizzo napoletano

L’osservato speciale di questa sera è il capitano Lorenzo Insigne, attaccante classe 1991, alto 1,63 m e peso 59 kg.

Lorenzo Insigne nasce a Frattamaggiore il 4 giugno 1991 da una famiglia molto umile, viene acquistato dal Napoli nel lontano 2007, si aggrega sin da subito al settore giovanile della società partenopea e proprio da lì inizia la sua splendida carriera.

Il debutto con la maglia del Napoli
Il sogno di Lorenzo Insigne, ossia quello di esordire nella massima serie italiana con la maglia azzurra, si realizza il 24 gennaio 2010 nel match in trasferta contro il Livorno. Lo scugnizzo subentra al bomber argentino German Denis negli ultimissimi minuti di gioco, quando il suo Napoli era già in vantaggio per 2 reti a 0.

L’esperienza in prestito alla Cavese
Viene poi mandato nelle stesso mese in prestito a Cava de’ Tirreni a farsi le ossa in un campionato molto duro come quello dell’allora Lega Pro. Alla Cavese il giovane Lorenzo non trova tantissimo spazio, le sue presenze in blufoncè sono sporadiche, infatti colleziona soltanto 10 apparizioni senza nessun goal.

Al Foggia
Nella stagione 2010/2011 Lorenzo si trasferisce al Foggia del maestro Zdenek Zeman, innamorato calcisticamente del ragazzo napoletano.

È proprio al Foggia di Zeman che l’attaccante si fa notare, realizzando splendide giocate e mettendo a segno 19 reti e 1 assist in 33 presenze con la maglia rossonera.

La prima rete tra i professionisti la realizza il 14 agosto 2010 proprio con la maglia dei satanelli nella partita di Coppa Italia Lega Pro, L’Aquila-Foggia.

Al Pescara
Passa al Pescara Calcio sempre di mister Zdenek Zeman nella stagione 2011/2012 , Pescara Calcio che milita nel Campionato di Serie B.

Insigne debutta nella serie cadetta alla prima di campionato contro il Verona, il 26 agosto 2011, mentre per la sua prima rete bisogna attendere la prima trasferta stagionale contro il Modena.

In quella strepitosa annata Lorenzo Insigne insieme a Marco Verratti e Ciro Immobile riesce a raggiungere la Serie A.

Lorenzo Insigne in quella stagione realizza 18 reti e 14 assist e conquista il premio come miglior giocatore della stagione di Serie B, premio condiviso con i suoi 2 compagni di squadra.

Il ritorno del figliol prodigo
Dopo le svariate esperienze in prestito il figliol prodigo ritorna alla base e sceglie la maglia numero 24.

La sua prima rete con la tanto amata maglia azzurra e in Serie A arriva il 16 settembre 2012 contro il Parma. Poco dopo fa il suo esordio in Uefa Europa League contro L’AIK, vincendo per 4 reti a 0. La sua prima stagione in azzurro dopo il ritorno termina con uno score di 5 reti e 7 assist in 43 presenze.

A distanza di un anno lo scugnizzo sigla la sua prima storica rete in Uefa Champions League contro il Borussia Dortmund grazie ad una pennellata su calcio piazzato, rete condita dalla vittoria.

Infine il 13 aprile dello stesso anno scende in campo da capitano nella gara contro la Lazio ed il 3 maggio alza il suo primo trofeo con il Napoli, la Coppa Italia.

Conclude la stagione con 9 reti in 51 presenze tra campionato e coppe, diventando il miglior marcatore della Coppa Italia.

La rottura del crociato e la rinascita
Nella stagione 2014/2015 subisce un brutto infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio destro, ma nonostante questo il Napoli vince a Doha la Supercoppa Italiana contro la Juventus.

Con Maurizio Sarri sulla panchina nella stagione seguente raggiunge un altro importante risultato personale, le 100 presenze in Serie A con il Napoli segnando anche il goal contro la nemica di sempre, la Juventus.

Sempre con Maurizio Sarri guida tecnica Lorenzo Insigne e la sua squadra sfiora la vittoria del terzo scudetto della storia del Napoli, piazzandosi al secondo posto con un totale di 91 punti, record all-time per gli azzurri.

Insigne oggi
Lorenzo oggi è il capitano e sempre di più il trascinatore di questa squadra e il 13 febbraio 2021 raggiunge quota 100 goal in maglia azzurra in tutte le competizioni, segnando la rete decisiva sempre contro la Juventus.

Nell’ultima gara casalinga contro il Bologna, il 7 marzo, realizza una doppietta e raggiunge quota 103 goal con il Napoli, diventando così il 7 marcatore all-time della SSC Napoli.

Curiosità
Lorenzo Insigne ha tre fratelli tutti calciatori, il più noto Roberto il quale milita nel Benevento neopromosso e gli altri due Marco e Antonio; il talento è una cosa di famiglia.

È sposato da 9 lunghi anni con Genny Darone e insieme hanno dato alla luce due splendidi bambini.

Da bambino aveva un cane di nome “Pocho” in onore del fortissimo fantasista ex Napoli Ezequiel Lavezzi.

Ed infine ha dichiarato in passato di essersi ispirato da bambino al campione del mondo Alessandro Del Piero e di avere una passione per i film e programmi comici, oltre alla passione innata per il calcio.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy