28.3 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

sabato, Maggio 28, 2022

Grassadonia: “Faccio i complimenti ai ragazzi. Una vittoria sofferta, voluta e combattuta”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Gianluca Grassadonia, tecnico della Paganese, è intervenuto in conferenza stampa al termine del match vinto 3-1 contro la Juve Stabia.

Le dichiarazioni di Grassadonia sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Faccio i complimenti ai ragazzi. Una vittoria sofferta e combattuta, i ragazzi si sono sporcati. In  questo momento dobbiamo superarci e fare i punti. Volevo far parlare i ragazzi ma la società ha voluto che parlassi io. Tre punti fondamentali per raggiungere la salvezza. 

In alcuni casi la mancanza di cattiveria è costata punti. Viti, Cretella e Volpicelli quando sono arrivato io non erano i calciatori di oggi. Attraverso il lavoro i ragazzi si stanno ritrovando. Non era facile – continua Grassadonia – oggi contro una Juve Stabia che è una squadra di un altro pianeta. Tre punti che ci fanno respirare e ci fanno ben sperare per la salvezza. 

Zanini è un altro calciatore che si sta superando. Lo abbiamo inventato in difesa a destra ma non è il suo ruolo. Sistematicamente giochiamo con 6 under, molti dei quali – continua Grassadonia -non sono abituati alla pressione e alle difficoltà di questo campionato. 

Viti è un ragazzo che ha giocato poco. Non è semplice poi trovare continuità quando non giochi sistematicamente. Si è fatto trovare pronto e ha lavorato bene in settimana. Si deve continuare così sull’obiettivo di combattere contro tutti e fare punti. 

Il problema di questa squadra è che da due mesi siamo a dir poco contati. Ma il problema non sono le assenze in sé per sé. Ma il problema è anche la gestione della gara nei 100 minuti. Il dramma è la gestione settimanale quando ci riusciamo ad allenare in pochi. Il problema è la competitività in allenamento che non c’è. Noi ci alleniamo in 10-11 unità in settimana. Io sto gestendo, non sto allenando. Questa squadra – continua Grassadonia – sta facendo i miracoli. Se non si capisce questo e non si da una pacca alla spalla a questi ragazzi, non si capisce niente. Questi ragazzi stanno facendo sacrifici enormi ma non è semplice iniziare la settimana e finirla. Questi ragazzi quando scendono in campo danno il massimo. 

Se anche riuscissi a recuperare Murolo e Castaldo, tra la guarigione clinica e l’andare in campo c’è un mondo. Noi stiamo pagando questo. Queste sono le problematiche che stiamo vivendo da due mesi a questa parte. Schiavi è rientrato in gruppo venerdì così come Iannone. Ma nonostante ciò – conclude Grassadonia – vedo che si continuano a bersagliare i miei calciatori. Questa squadra sta facendo il massimo tra le mille difficoltà che si stanno vivendo”. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy