27.4 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

venerdì, Maggio 27, 2022

Giordano: “A Castellammare ho fatto un miracolo calcistico. Stoppa è un piccolo Chiesa che ha anche una buona fase difensiva”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Vito Giordano, ex direttore sportivo della Juve Stabia, è intervenuto nel corso della trasmissione televisiva “Juve Stabia Live”.

Le dichiarazioni di Vito Giordano sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Quando sono arrivato alla Juve Stabia non c’era un euro, la squadra si era salvata a stento. Ma mi piacciono le sfide e mi piaceva la piazza, ho avuto molto i giornalisti e i tifosi vicino al me a partire dal ritiro di Chianciano. Il presidente Cesarano – aggiunge Giordano – era un neofita e sono orgoglioso e onorato di essere stato a Castellammare. I tifosi hanno capito e ogni volta che torno a Castellammare ci sono tante attestazioni di stima.

A Castellammare sanno cosa ho fatto. Dopo Potenza, Castellammare e Cava sono nel mio cuore. A Castellammare ho fatto davvero un miracolo calcistico perché non c’era niente quando arrivai.

Con Capuano abbiamo sfiorato i playoff con un gran bel gioco e sono stato orgoglioso di quell’anno e l’unico rammarico è stato non poter completare quel percorso.
Oggi il calcio è malato e a Catania – prosegue Giordano – hanno dovuto pagare dazio nonostante fosse una piazza importante che ha fatto la storia del calcio italiano.

I presidenti fanno tanti sacrifici e a Castellammare la Curva Sud era indimenticabile. Dopo una sconfitta con la Ternana mi sono messo a piangere quando dopo una sconfitta si sono alzati per applaudire la squadra. Nei playoffcontinua Giordano – la Juve Stabia potrebbe essere la mina vagante.

Vito Giordano Juve Stabia

Novellino ha cambiato sistema di gioco, è passato al 3-4-3. Giocheranno una partita scintillante, con un trio di attacco che non da punti di riferimento. Spero che sia una bellissima partita col Potenza e che vinca il migliore.

Castellammare è un test importante, è una laurea per i giovani. Matteo Stoppa sta facendo vedere i suoi numeri, sta facendo vedere di poter diventare un grande calciatore. E’ un calciatore brevilineo, rapido, è anche intuitivo ed è un attaccante furbo che l’anno prossimo sicuramente giocherà in Serie B e poi magari anche in Serie A. E’ un piccolo Chiesa che però ha anche una buona fase difensiva. Peccato – conclude Giordano – che non ci sia un diritto di riscatto o una comproprietà ma solo un prestito per la Juve Stabia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy