Enzo Rubicondo: la tifoseria della Juve Stabia sta dimostrando grande maturità

LEGGI ANCHE

Enzo Rubicondo, tifoso della Juve Stabia, è intervenuto nel corso del programma “Juve Stabia Live Talk Show” che va in onda ogni giovedì dalle ore 20:30 sui canali social ViViCentro.

Le dichiarazioni di Enzo Rubicondo sulla Juve Stabia, rilasciate durante la ventesima puntata del nostro talk show sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it:

Al di là dei risultati, abbiamo sempre chiesto dei calciatori che sudino la maglia, che ci rappresentino come se stessero giocando i tifosi in campo. In aggiunta a questo aspetto ovviamente i risultati sono il valore aggiunto.

La tifoseria ha dato prova di grande maturità dopo i tre pareggi, senza isterismi collettivi, con Tremante, il capo Ultras, che ha applaudito la squadra così come gli altri tifosi.

Da lì è iniziato un secondo step delle Vespe e della piazza verso un sogno che tutti stiamo vivendo.

Non mi sorprende che i cinquecento biglietti per Monopoli siano stati polverizzati. Mi ha meravigliato il tempo, ovvero un’ora e mezza. Degli amici storici mi hanno chiamato da Monopoli meravigliati.

Mi ha sorpreso comunque di più la presenza a Potenza, perchè in una piazza calda e avversa e con mille limitazioni erano presenti circa 100 tifosi. Questo fa capire quanto stia crescendo la piazza stabiese che accompagnano i ragazzi della Curva.

Adorante era il pezzo che mancava. Candellone e Piscopo stanno facendo un grandissimo campionato. Tramite Andrea Vallocchia, mi sono informato della trattativa. Lui mi confermava che era un colpo grosso sia tatticamente che dal punto di vista umano.

Adorante mancava come punta a Castellammare, così completa, possente, che crea spazi.

Dobbiamo vedere all’opera ancora Pierobon altro profilo importante.”

Rubicondo prosegue:

“Dal 1984 abbiamo la fortuna di avere un gioiellino come lo stadio Menti e questo ha attirato signori Presidenti partendo da Fiore fino ad arrivare ad Andrea Langella. Difficilmente in altre piazze, come Torre Annunziata, Nocera, ci si può approcciare allo stadio senza pensieri.

Riammodernare il Menti, con determinate soluzioni, come ad esempio estendere la capienza per far vivere al meglio i tifosi, sarebbe una cosa ottima.

Faccio un appunto alla politica locale: quando c’è stato da combattere per la Juve Stabia nei tavoli importanti non c’è stato quell’impegno. Solo quando abbiamo avuto Sindaci tifosi abbiamo ottenuto qualcosa.

A Brindisi invece c’è stata la vicinanza totale alla Società da parte di tutte le forze politiche.

Qui non è così, bisogna avere un Sindaco a cui stia a cuore la nostra squadra.

Credo che il Presidente sa il fatto suo. Perdere Lovisa, un anello importantissimo di questa catena, significherebbe perdere tanto. Credo che il Presidente e Lovisa arriveranno ad un accorso. Il D.S. ha sempre manifestato di trovarsi bene a Castellammare e poi un fatto strano è che la compagna da Pordenone è venuta a vivere qua trovando anche lavoro.

Portare 500 persone in uno stadio come quello di Monopoli fa un certo effetto per quei calciatori che devono dare sempre di più. Ognuno fa il suo dovere. Noi sugli spalti, loro in campo. Sono fiducioso che i nostri ragazzi si faranno valere anche a Monopoli. Ognuno può fare i propri calcoli. Noi andiamo avanti con umiltà, tutti uniti, con la squadra. I tifosi, la piazza ed anche la serietà dei nostri giornalisti è merce rara!”


Juve Stabia TV


Formula Uno, GP Canada 2024: le pagelle di Carlo Ametrano

Alla fine l’ha ancora una volta spuntata lui. Max Verstappen vince anche il GP del Canada davanti a Lando Norris e alla Mercedes di...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare