De Laurentiis-Sarri, il patron si è legato al dito la gestione di Grassi

De Laurentiis-Sarri, il patron si è legato al dito la gestione di Grassi

La Repubblica scrive suii rapporti tra De Laurentiis e Sarri sulla gestione di Rog e Diawara: “La Champions League dovrà invece fare da volano all’estero, dove ci sono ancora delle enormi fette di mercato da conquistare. È dunque impensabile che il presidente e Sarri continuino a marciare su binari paralleli, come sta succedendo da mesi. C’è bisogno al contrario di una sinergia molto forte, tra la dirigenza e il settore tecnico. C’è già stato il doloroso caso Grassi, a gennaio: un giovane di belle speranze che è stato acquistato dal Napoli per 10 milioni e appena sei mesi dopo è stato restituito gratuitamente (in prestito) all’Atalanta: bocciato da Sarri non in partita, ma addirittura in allenamento. De Laurentiis se l’è legata al dito e non vuole che succeda mai più. Per questo, in estate, il presidente ha enfatizzato, l’ingaggio di un altro baby di talento, il ventunenne croato Marko Rog. Era un messaggio trasversale rivolto all’allenatore, invitato a mettere a frutto e trasformare in un investimento vincente i15 milioni spesi dalla società sul mercato. Gli stessi soldi, più o meno, spesi per strappare al Bologna Diawara: altro talento rampante. Morale della storia? I due “rinforzi”, a ottobre iniziato, ancora devono mettere piede in campo: come Grassi. Sarri ha i. suoi tempi per inserire i baby, De Laurentiis è convinto invece (Hamsik docet) che si è già forti e pronti a tutto a vent’anni”.

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Juve Stabia, al via la prevendita dei biglietti per il Messina

Juve Stabia, al via la prevendita dei biglietti per il match con l'ACR Messina: i prezzi e le modalità di acquisto