Juve Stabia Bari Calcio Serie C 2021-2022
Juve Stabia Bari Calcio Serie C 2021-2022

Bentivegna, un gol che fa tanto morale – Sotto La Lente

Accursio Bentivegna, scopriamo le sue caratteristiche tecniche e la sua carriera prima di approdare alla Juve Stabia

Accursio Bentivegna, classe 1996 nativo di Sciacca, è tornato al gol domenica scorsa contro il Monterosi. Un gol che non è valso la vittoria per le Vespe ma che fa tanto morale per l’esterno offensivo di piede destro della Juve Stabia impiegato negli scorsi anni nelle sue precedenti esperienze anche sulla fascia sinistra a piede invertito.

La carriera di Bentivegna prima di approdare in gialloblè.

Bentivegna ha un curriculum di tutto rispetto alle spalle pur essendo ancora giovanissimo e avendo solo 25 anni. Vanta anche qualche presenza in Serie A tra le fila del Palermo di Beppe Iachini. E’ stato anche capocannoniere del Torneo di Viareggio nel 2015.

Nato a Sciacca, in provincia di Agrigento, Bentivegna inizia a giocare a calcio nel 2006 nella Kronion. Nel 2009 si trasferisce al Palermo dove fa tutta la trafila del settore giovanile tra i rosanero.

Nel 2014 debutta in Serie A con il Palermo contro la Sampdoria il 31 agosto 2014, partita finita 1-1, subentrando a Franco Vázquez. Nel febbraio 2015 si laurea capocannoniere del Torneo di Viareggio insieme a Federico Bonazzoli. Dopo il torneo entra in pianta stabile in prima squadra, venendo impiegato dal mister Giuseppe Iachini anche nelle trasferte di Parma e Cagliari. Chiude la stagione totalizzando 3 presenze in prima squadra, più 11 goal in 19 partite nel Campionato Primavera.

Ai tempi del Palermo in Serie A, Bentivegna spesso nei ritiri pre-gara nelle poche apparizioni in prima squadra è compagno di stanza di Belotti, centravanti del Torino laureatosi nell’estate scorsa campione d’Europa con la nazionale italiana di Roberto Mancini.

Il 31 agosto 2015 Bentivegna si trasferisce a Como in prestito. Nel gennaio 2016 ritorna a Palermo con cui termina il campionato con una sola presenza in serie A. L’anno successivo è di nuovo nelle file dei rosanero fino a gennaio totalizzando tre presenze in campo.

Nel gennaio del 2017 passa in prestito all’Ascoli, scendendo di categoria in serie B. Nell’estate 2017 passa successivamente alla Carrarese in prestito annuale, che l’anno successivo lo acquista a titolo definitivo dalla compagine palermitana. Negli ultimi tre campionati prima di approdare tra le Vespe, gioca in pianta stabile tra le fila della Carrarese con 64 presenze e 7 reti siglate.

Bentivegna alla Juve Stabia.

L’anno scorso il passaggio alla Juve Stabia dove non lascia il segno. Dopo un gol divorato alla prima giornata di campionato contro il Monopoli, dopo soli tre giorni subisce un infortunio di muscolare a Pisa nella gara di Coppa Italia che lo tiene a lungo fuori. Quando rientra dall’infortunio, Padalino non lo vede quasi mai (solo 5 presenze) e resta ai margini della squadra titolare, tanto da passare a gennaio in prestito all’Imolese dove colleziona 16 presenze e due sole reti.

In estate il ritorno alla Juve Stabia di Bentivegna dove inizia molto bene la stagione realizzando anche due reti nelle prime giornate di campionato e risultando spesso tra i migliori delle Vespe. Poi dopo un buon avvio si è eclissato un pò come il resto della squadra.

Domenica scorsa contro il Monterosi un gol importante (il terzo della stagione) e di buona fattura con un tiro a volo di destro sfruttando una spizzata di Eusepi. Un gol fa tanta autostima e morale e che fa ben sperare per il resto della stagione di Bentivegna come lui stesso ha ammesso nel post-gara: “A livello mentale il gol realizzato oggi mi aiuterà molto personalmente. Se avessimo vinto sarebbe stato meglio a livello di morale ma va bene anche così e pensiamo già alla prossima sfida contro il Catanzaro. Il gol mio è nato da sei nostri passaggi consecutivi a coronamento di una bella azione nostra. L’ho vissuta così, ci ho creduto nell’occasione del gol e sono andato sulla sponda di Eusepi per metterla in rete a volo”.

 

Ascolta la WebRadio