Assante: Juve Stabia, tante similitudini con il 2018-2019

LEGGI ANCHE

Assante, le sue dichiarazioni sulla Juve Stabia nel corso della trasmissione “Il Pungiglione Stabiese”.

Fabio Assante, tifoso della Juve Stabia, è intervenuto nel corso della trasmissione “Il Pungiglione Stabiese”.

Le dichiarazioni di Fabio Assante sul momento della Juve Stabia sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“La squadra anche ieri ha giocato e anche ieri se andavamo sul 2-0 non c’era niente da dire. Abbiamo rischiato qualcosa nel finale con quel tiro di Giannone che se fosse finito dentro staremmo parlando di altro.

L’unico rammarico è che non c’è quella coesione che ci dovrebbe essere. In settimana si è parlato di Pagliuca che aveva litigato con la società ma fortunatamente non c’era niente di vero. La squadra gioca e ci stiamo mettendo anche quella grinta in più che serve per vincere questi campionati.

In Serie C bisogna anche vincere buttandosi a terra e facendo scomparire il pallone. Con le squadre piccole tutti hanno perso punti ma siamo a marzo e siamo a + 7 sul Benevento. Se qualcuno ce lo avesse detto prima non ci avremmo mai creduto.

Il Benevento ha un calendario più agevole di noi ma i punti tutte le squadre le stanno perdendo soprattutto con le piccole.

Per me è lo stesso campionato che abbiamo vinto nell’anno di Fabio Caserta. Quell’anno si rischiò la non iscrizione. Quest’anno si è partiti con la possibilità di un dodicesimo o tredicesimo posto. Ci sono tante similitudini a pensare che l’esito sia lo stesso di quello del 2019. Quest’anno c’è tutto per far bene e a me ricorda tanto quella squadra del 2018-2019.

Lovisa ha fatto un lavoro fantastico e non ci dimentichiamo che con i ds precedenti ne prendevamo uno e poi un altro e si cambiava spesso. Ciò che mi ha impressionato è stato soprattutto il mercato di gennaio. Serviva l’attaccante e lui si era mosso già da mesi prima per prendere Adorante che lui conosceva bene. Adorante fa anche dei recuperi in difesa che gli chiede il mister ed è molto utile anche in questa ottica.

Ero convinto che almeno uno tra Meli e Mosti giocasse dal primo minuto. Ora è stato messo un po’ da parte Romeo. Ha tanti giocatori che possono giocare un ruolo importante e di sicuro giocherà sempre chi è più in condizione da qui alla fine del campionato.

Da qui alla fine del torneo troveremo guerre dappertutto, arbitraggi contrastanti. Che il gol fosse forse in fuorigioco ci può stare ma noi ne abbiamo subite tante prima del match di ieri di decisioni arbitrali avverse”.


Juve Stabia TV


Conchiglioni ripieni, i cugini dei Cannelloni: un primo completo

Se cercate l'idea giusta per un primo piatto della domenica che non sia la solita Lasagna o i soliti Cannelloni o anche i Paccheri, i Conchiglioni Ripieni fanno proprio al caso vostro.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare