Apprensione ai Campi Flegrei: paura nella zona collinare

LEGGI ANCHE

Scopri gli ultimi sviluppi sulle scosse di terremoto che hanno colpito i Campi Flegrei, con il monitoraggio attento dell’INGV. Nonostante l’apprensione generale, al momento non si segnalano danni a persone o cose.

Scosse di Terremoto nei Campi Flegrei: Ultimi Aggiornamenti e Monitoraggio INGV

Una serie di scosse telluriche ha colpito la regione dei Campi Flegrei durante la notte del 13 al 14 aprile, generando apprensione tra gli abitanti locali. Le registrazioni sismiche dell’Osservatorio Vesuviano dell’INGV hanno rilevato quattro scosse con magnitudo superiore a uno.
Le vibrazioni sono state avvertite chiaramente dalla popolazione e sui social media si è scatenata una frenetica ricerca di informazioni. Al momento non sono stati segnalati danni a persone o beni materiali. Gli esperti dell’INGV stanno monitorando attentamente la situazione per valutarne l’evolversi.
L’evento di magnitudo 1.5, avvenuto alle 23:50 con epicentro nel parco archeologico sommerso di Baia e profondità di 2.5 km, è stato accompagnato da un intenso boato percepito nettamente sia nella zona dei Campi Flegrei che nei quartieri periferici occidentali di Napoli, come Bagnoli e Agnano.
Successivamente, si sono verificate altre tre scosse di magnitudo 1.1, 1.2 e 1.2, rispettivamente a Lucrino alle 00:27 e alle 3:34, e tra la Solfatara e la zona di Pisciarelli alle 4:25, tutte con profondità compresa tra 2.2 e 2.8 km, senza riportare danni significativi.
Queste quattro scosse notturne sono state precedute da tre eventi sismici il giorno precedente, con la più intensa di magnitudo 2.4 nel pomeriggio.
AGGIORNAMENTO:
Alla luce delle recenti scosse e delle numerose segnalazioni alle autorità competenti, il comune di Pozzuoli ha rilasciato un comunicato in cui si sottolinea il persistere dello sciame sismico nella regione flegrea. Questa mattina, intorno alle 9:45, due eventi tellurici separati da pochi minuti sono stati distintamente avvertiti dalla popolazione, sia nelle zone soggette al bradisismo che nei quartieri centrali di Napoli come Chiaia e la zona ospedaliera. Una terza scossa è stata registrata alle 10:02, suscitando un’ulteriore ondata di segnalazioni tramite social media e chiamate ai servizi di emergenza.


Conchiglioni ripieni, i cugini dei Cannelloni: un primo completo

Se cercate l'idea giusta per un primo piatto della domenica che non sia la solita Lasagna o i soliti Cannelloni o anche i Paccheri, i Conchiglioni Ripieni fanno proprio al caso vostro.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare