Apicella: mi aspettavo le dimissioni del ds Di Bari

LEGGI ANCHE

Visite : 0

Gianluca Apicella, redattore di Magazine Pragma, è intervenuto nel corso del programma “Juve Stabia Live Talk Show” che va in onda ogni giovedì dalle ore 21:00 sul canale 94 ddt e sui canali social ViViCentro.

Le dichiarazioni di Gianluca Apicella sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

Gianluca Apicella, ospite della ventiduesima puntata di questa stagione di Juve Stabia Live Talk Show, dichiara: “Il calcio champagne di Pochesci a me sembrava una gassosa comprata al Discount. Il calcio champagn lo ha fatto vedere la Virtus Stabia. Ringrazio Pasquale Ingollingo, mio amico, che mi ha proposto questa collaborazione con l’ufficio stampa, a cura di Ciro Esposito. Con il passare dei giorni mi sono appassionato moltissimo a questo progetto. Ho trovato in questa società molta disponibilità. I ragazzi, inoltre, hanno preferito far parlare il campo. Ora et labora. C’era l’obiettivo di vincere in cuor nostro.”

Apicella prosegue: “Sulla Juve Stabia ci sarebbe molto da dire. Domenica il Latina è venuto a vincere facendo il compitino. Con 4 tiri in porta ha fatto tre goal. Eppure la Juve Stabia non è salva e non è nei playout. Sembra, però, che abbia abbandonato la presa. Ho visto una squadra scendere in campo con il costume e l’asciugamano e questo lusso non se lo possono permettere.

Mister Novellino ha un curriculum di eccellenza, ma dichiarando di voler aspettare il match contro il Potenza, bisognerebbe capire che il tempo stringe. Lui di certo non ha la bacchetta magica. Pochesci era un parafulmine, eppure è passato come il male della squadra. Ma anche i giocatori si devono dare una mossa!”. 

Apicella: cinque partite, cinque risultati.

Apicella dichiara ancora: “Io avrei optato per una soluzione interna con Lucenti. Restano cinque partite e saranno cinque finali. Ci vogliono i risultati. Alle parole devono seguire i fatti, perché Novellino è un buon comunicatore. Bisognerà anche sfruttare le gare casalinghe. Su Di Bari, dopo le sue scuse, mi sarei aspettato le dimissioni. Non capisco perché la società non lo abbia esonerato.

Aveva un budget, non capisco neanche perché non lo abbia sfruttato. I suoi acquisti non hanno dato i risultati sperati.”

Apicella conclude: “Sinceramente c’è amarezza e delusione. Prima che cambi lo sport da seguire, sabato mi aspetto almeno un punto a Potenza. Siamo provati!”


Juve Stabia TV


Amedeo Colella presso la libreria Mondadori Bookstore di Castellammare di Stabia

Il professore della napoletanità ha presentato i suoi libri: Napoli 365 – Tutte le cose da fare a Napoli ogni giorno dell’anno e I nuovissimi Quiz di NAPOLETANITÀ
Pubblicita

Ti potrebbe interessare