2 scosse di terremoto in provincia di Udine: magnitudo da 3.4 a 4.9

LEGGI ANCHE

Il 11 marzo 2023 la provincia di Udine è stata colpita da due scosse di terremoto, la prima di magnitudo 3.4 e la seconda di magnitudo stimata tra 4.4 e 4.9.

2 scosse di terremoto in provincia di Udine: magnitudo da 3.4 a 4.9

  • In breve,
    • la provincia di Udine ha subito due scosse di terremoto nella notte del 11 marzo 2023, la prima di magnitudo 3.4 e la seconda di magnitudo stimata tra 4.4 e 4.9.
      Nonostante i danni materiali, non ci sono state vittime e le autorità locali stanno lavorando per garantire la sicurezza della popolazione.

Cara/o lettrice/ore,
vi scrivo con preoccupazione a seguito del terremoto che ha colpito la provincia di Udine nella notte del 11 Marzo 2023.

La prima scossa, di magnitudo 3.4, è stata registrata durante la notte e ha causato solo lievi danni materiali.

La seconda scossa, di magnitudo stimata tra 4.4 e 4.9, ha avuto luogo in seguito e ha causato danni più significativi.

Secondo le prime informazioni, la scossa di magnitudo 3.4 è stata registrata intorno alle ore 2:00 del mattino.

L’epicentro è stato localizzato nella zona di Tricesimo, a una profondità di circa 8 km.

Nonostante la sua intensità relativamente bassa, la scossa ha causato paura tra la popolazione locale, che ha dovuto affrontare una notte di terrore.

Fortunatamente, non ci sono state vittime, ma solo danni limitati alle abitazioni e alle infrastrutture.

Purtroppo, poco dopo, intorno alle 5:00 del mattino, c’è stata una seconda scossa di terremoto, questa volta di maggiore intensità.

La magnitudo della scossa è stata stimata tra 4.4 e 4.9, con epicentro nella zona di Gemona del Friuli, a circa 18 km da Udine.

Questa scossa ha causato danni più significativi, tra cui la caduta di alcuni muri e la chiusura temporanea di alcune strade.

Sfortunatamente, queste scosse non sono una novità per la regione, che ha già subito numerosi terremoti nel corso degli anni.

Siamo vicini alle persone colpite dal terremoto e ai loro cari, e ci auguriamo che le autorità locali forniscano loro tutto il supporto e le risorse necessarie per permettere loro di riprendersi da questa catastrofe naturale.

Come comunità, dobbiamo ricordare l’importanza di essere preparati per situazioni di emergenza come queste.

È nostro dovere individuare i luoghi sicuri in cui rifugiarci, preparare un kit di emergenza e conoscere le procedure da seguire in caso di disastri naturali come questo.

In momenti così difficili, è importante tirare fuori il meglio di noi stessi e dimostrare solidarietà e supporto verso coloro che ne hanno bisogno.

Ci auguriamo che la situazione migliori al più presto e che i soccorritori e le autorità locali continuino a lavorare duramente per garantire la sicurezza dei cittadini.

Restiamo uniti in questi tempi difficili.

La situazione ad ora

Le autorità locali hanno invitato i residenti a stare al sicuro e a seguire le istruzioni fornite dalle autorità competenti.

La scossa di terremoto è stata avvertita anche in altre parti del Nord Italia, come ad esempio in Veneto e in Lombardia.

Gli esperti sottolineano l’importanza di adottare misure preventive per ridurre il rischio di danni in caso di terremoti.

Tra le raccomandazioni ci sono la verifica delle strutture degli edifici e la predisposizione di kit di emergenza.

Leggi altro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Futuro Remoto Juve Stabia: esperienza verso freschezza, il rinnovo di Andreoni

Terzo appuntamento con la rubrica sulle Vespe di Castellammare di Stabia targata ViViCentro.it dal titolo eloquente “Futuro Remoto Juve Stabia”
Pubblicita

Ti potrebbe interessare