Concessioni statali, Conte: “Non siamo per le nazionalizzazioni”

giuseppe conte e1528915445315
Concessioni statali, Conte: “Non siamo per le nazionalizzazioni, cadutazione concessione Autostrade solo se ci saranno gli estremi”

A Cernobbio il premier Giuseppe Conte è intervenuto sul tema delle concessioni statali. Il primo ministro non ha voluto sbilanciarsi ed ha proposto equilibrio tra pubblico e privato. “Non siamo per le nazionalizzazioni, non siamo per le privatizzazioni, ma per una gestione efficiente delle risorse pubbliche“.
Delle volte sarà necessario affidarsi ai privati ma d’ora in poi consentiremo la remunerazione dell’investimento. Sappiamo cos’è il rischio di impresa e lo sconteremo ma sappiamo anche cosa significa depredare le risorse pubbliche e non lo consentiremo più“.

Concessione a Autostrade per l’Italia: “Ho avviato la procedura per la cadutazione della concessione per Autostrade. Sono stato definito un irresponsabile, uno che fa scappare gli investitori che non verranno più in Italia“.
Ma poi sottolinea che “ci saranno tutte le garanzie di legge, non siamo fuori dallo stato di diritto. Ho detto che c’è una giustizia penale, io mi occupo della giustizia civile e amministrativa. Sono arrivate delle repliche, le esamineremo e poi decideremo con fermezza e risolutezza. E discuteremo poi alla fine se decideremo di arrivare alla cadutazione, se ci sono gli estremi, decideremo serenamente cosa fare dopo”.