Quantcast
Banner Gori
GAMBERI ALLA PORTOFINO
Cucina Secondi piatti

Gamberi alla Portofino: un secondo piatto buonissimo in soli 35′

Gamberi alla Portofino: un secondo piatto buonissimo che richiede ingredienti semplici che tutti abbiamo in casa o quasi, dei buoni gamberi, 10 minuti di tempo per preparare il tutto e poi altri 25 circa per la cottura. In tutto quindi circa 35’ per un secondo che raccoglierà il plauso dei vostri commensali.

INGREDIENTI
(per quattro persone)

  • Gamberi grandi 20
  • Carota 1
  • Cipolla 1
  • Gambo di sedano 1
  • Limone 1
  • Brandy 150 ml
  • Vino bianco secco 70 ml
  • Olio extravergine di oliva 200 ml
  • Estratto di carne (carne al 100 % lavorata ad alte temperature) 1 cucchiaino
  • Spicchi di aglio 2
  • Sale, alloro, salvia, rosmarino, prezzemolo Q.b.

PREPARAZIONE

  1. Cominciate preparando il sugo alla Portofino.
  2. Mettete in un pentolino carota, cipolla, sedano, olio, vino, brandy, il succo del limone, gli aromi (non tritati), l’aglio, un pizzico di sale e l’estratto di carne.
  3. Fate cuocere il tutto per 20 minuti poi scolate il sugo con un colino in modo da eliminare i componenti usati per ottenerlo.
  4. Intanto comincite a lavare bene i gamberi e, se sceglierete di prepararli “puliti” (io ho preferito usarli interi) e non li avrete presi già lavorati, cominciate a prepararli eliminando la testa e il carapace. Poi, con una lama sottile e ben tagliente, incidete la parte superiore del gambero e rimuovete delicatamente, magari con una pinzetta, la strisciolina nera che costituisce l’intestino.
  5. Quando il sugo sarà pronto, mettete in una padella e fatelo scaldare a fiamma alta, poi unite i gamberi e fate cuocere a fiamma alta solo per qualche minuto per evitare che diventino duri.
  6. Spegnete e serviteli ben caldi con il sugo di accompagnamento.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Cristina Adriana Botis

Cristina Adriana Botis

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più