Menichini, scopriamo l’allenatore avversario della Juve Stabia

Leonardo Menichini, allenatore della Turris, affronterà la Juve Stabia lunedì al "Menti": scopriamolo da allenatore e da calciatore

LEGGI ANCHE

Leonardo Menichini è dallo scorso 23 gennaio 2024 il nuovo allenatore della Turris, subentrato a Bruno Caneo. Nato a Ponsacco l’11 dicembre del 1953 ha avuto una discreta carriera sia da calciatore (sia stopper che libero) che da allenatore formatosi alla scuola di Carlo Mazzone e da sempre legato al modulo tattico 3-5-2. Con la Turris, anche per le caratteristiche della rosa a sua disposizione, Menichini sta alternando il 4-3-3 al 3-4-3, modulo utilizzato nell’ultima vittoriosa gara col Potenza.

LA CARRIERA DI MENICHINI DA CALCIATORE.

Difensore centrale in grado di disimpegnarsi sia come libero che come stopper, ha disputato in carriera 9 campionati di Serie A con le maglie di Roma, Catanzaro e Ascoli, totalizzando 202 presenze in Serie A, e 31 in Serie B con Verona e Novara. Il suo risultato di maggior prestigio da calciatore è senza dubbio la promozione in Serie A ottenuta col Verona nel campionato 1974-75.

LA CARRIERA DI MENICHINI DA ALLENATORE.

La prima esperienza di Menichini da allenatore è nel Riccione. Poi, tappa fondamentale della sua carriera, diventa il vice di Carlo Mazzone dal 1991 al 2003, anno in cui divenne allenatore dell’Ancona neopromosso in A, venendo esonerato dopo quattro giornate.

Nel 2005 rilevò Salvo Fulvio D’Adderio alla guida della Torres in Serie C1, salvando la squadra. Sempre nel 2005 andò in Albania alla guida del Tirana ma viene esonerato a novembre lasciando il club al secondo posto. Ha poi ripreso il lavoro a fianco di Mazzone da febbraio a giugno 2006 alla guida del Livorno. Nell’aprile 2008 venne nominato allenatore del Lumezzane in Serie C2 con cui consegue attraverso i playoff la promozione In C1. Nel 2009-2010 vince sempre col Lumezzane la Coppa Italia Lega Pro e si piazza al sesto posto in Serie C1.

Nell’estate del 2010 passa al Crotone ma a fine novembre viene esonerato dal suo incarico. Al suo posto subentra Eugenio Corini. Ma dopo i risultati non attesi, Menichini viene richiamato dal Crotone, per sostituire lo stesso Corini salvando la squadra.

Il 9 giugno prolunga il contratto con la società calabrese di un anno fino a giugno 2012 ma il 23 gennaio 2012 viene esonerato dopo la quarta sconfitta consecutiva subita sabato 21 contro il Varese.

Nel dicembre 2012 passa al Grosseto venendo esonerato dopo soli due mesi. La tappa successiva è a Pisa nel 2014 con cui a fine campionato rescinde consensualmente il contratto.

Il 18 agosto 2014 subentra a Mario Somma alla guida della Salernitana di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma, con cui, il 25 aprile 2015 ottiene, con due giornate d’anticipo, la promozione in Serie B. Nonostante ciò il 20 giugno seguente viene esonerato.

Nel febbraio 2016 viene richiamato dalla società granata per sostituire Vincenzo Torrente che ha ottenuto 23 punti in 24 giornate, riuscendo, dopo una cavalcata di risultati utili, a salvare la squadra dopo i play-out contro il Lanciano. Il 10 luglio viene però sostituito da Giuseppe Sannino.

Gli incroci di Menichini con la Juve Stabia.

Nel 2016-2017, campionato di Lega Pro, subentra a Leonardo Colucci sulla panchina della Reggiana, alla ventiduesima giornata e termina la stagione al quinto posto del girone B.

Perde poi nella semifinale dei play-off dopo aver affrontato proprio la Juve Stabia di mister Carboni (subentrato a Fontana) nel primo turno dei playoff nazionali con un arbitraggio a dir poco discutibile che nella gara del Menti negò un gol regolarissimo a Ripa nei minuti finali che poteva portare le Vespe al superamento del turno.

La stagione successiva inizia male e dopo la settima giornata viene esonerato.

Nel 2018 viene ingaggiato dalla Lucchese, in Serie C firmando un biennale. Ma presto arriva ancora l’esonero.

Il 9 maggio 2019 torna alla Salernitana per la terza volta sostituendo Angelo Gregucci e con la squadra a ridosso della zona play-out a una giornata dal termine. Il 9 giugno conduce alla salvezza la Salernitana grazie alla vittoria ai rigori nella gara di ritorno contro il Venezia. Il 30 giugno dello stesso anno, viene sostituito da Gian Piero Ventura alla guida della Salernitana.

Le ultime due esperienze di Menichini con Monterosi Tuscia e Turris.

Arriva poi l’esperienza con la Primavera della Lazio alla cui guida tecnica resta due anni prima della chiamata del Monterosi Tuscia.

Il 10 novembre 2021 viene nominato nuovo tecnico del Monterosi Tuscia, club di Serie C. Con il Monterosi Menichini riesce a centrare a sorpresa l’obiettivo playoff terminando la stagione regolare al nono posto. I biancorossi vengono però eliminati al primo turno dei play-off per mano della Virtus Francavilla (2-2) per via del peggior piazzamento in classifica.

L’anno scorso ancora con il Monterosi Tuscia centra una salvezza che sembrava molto difficile alla vigilia anche a causa di una penalizzazione. In questo campionato, Menichini arrivato alla Turris il 23 gennaio scorso, ha un ruolino di marcia di tutto rispetto che fa dire che con lui la squadra corallina ha sicuramente svoltato: 2 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta a Picerno nelle 5 gare in cui ha allenato la Turris finora.

 

Juve Stabia TV


Juve Stabia, i convocati di Pagliuca per il match col Francavilla

Juve Stabia, l'elenco completo dei convocati di mister Guido Pagliuca per il match di campionato con la Virtus Francavilla
Pubblicita

Ti potrebbe interessare