Juve Stabia – Turris (1-0): Le pagelle delle Vespe

Al termine del derby Juve Stabia - Turris assegniamo i nostri voti ai calciatori stabiesi

LEGGI ANCHE

Vi proponiamo le pagelle delle Vespe dopo l’ultimo turno di campionato in cui la Juve Stabia torna alla vittoria tra le mura amiche nel derby con la Turris.

Al termine della derby con la Turris, in casa Juve Stabia, i voti delle pagelle sono tutti sufficienti nonostante le difficoltà mostrate durante i 90 minuti. Sono queste le partite utili al campionato. Le Vespe hanno dimostrato ancora una volta di saper lottare, soffrire e sporcarsi quando le gare lo richiedono.

Di seguito i voti ai calciatori stabiesi:

Thiam 6,5: Sbriga a modo suo alcune pratiche anche con l’aiuto provvidenziale della traversa, ma di suo ci mette la solita attenzione e porta a casa l’ennesimo cleen sheet.

DIFESA

Andreoni 6: Bene nella prima frazione poi si perde in un secondo tempo dove a volte ha girato a vuoto.

Folino 6,5: Buona la prestazione dal primo minuto per il centrale difensivo chiamato a sostituire Bellich e se la cava bene.

Bachini 6,5 : Solidità importante per il centrale in una gara sporca e complicata, secondo tempo di grande sacrificio per portare a casa la vittoria.

Mignanelli 6: Ha cercato di spingere sul lato di competenza e dare profondità, tiene botta e soffre il giusto insieme alla squadra.

CENTROCAMPO

Buglio 6,5: Sempre lucido e presente in una mediana poi destinata ad essere quasi tutta corallina, ma ne esce come sempre alla grande.

Leone 6,5: Dove c’è gioco c’è lui, anche in una serata complessivamente rognosa trova sempre il modo di farla diventare semplice. Dai suoi piedi parte l’azione del gol partita.

Meli 6: Ha cercato in tutto l’arco della contesa di dare il giusto apporto proponendosi anche al dialogo offensivo verso la porta avversaria.

Mosti 6: Ha retto bene anche se in alcune circostanze è sembrato non avere ancora oleati al massimo i ritmi con i compagni, ma c’è qualità e si vede.

ATTACCO

Adorante 7: Corre combatte e segna ancora, non gli si può chiedere di più. Assolutamente l’arma in più in attacco per le Vespe.

Candellone 6,5: Sacrificio e spina nel fianco avvesario, corre su ogni pallone. Partecipa attivamente alla fase offensiva e nel secondo tempo prezioso nel mantenere lontano il pallone dalla propria metà campo.

I SUBENTRATI

Piscopo(dal 18s.t.) 6: Entra nella contesa con il giusto approccio, si da da fare proponendosi in avanti allunga do bene la squadra.

Baldi (dal 28s.t.) 6: Da una sostanziosa mano nella difesa poi schiarata a tre da Pagliuca, chiude un po’ tutti varchi agli avversari in maniera concentrata e positiva.

Pierobon ( dal 42 s.t.) s.v.

Erradi ( dal 42 s.t.) s.v.

IL MISTER

Guido Pagliuca 6,5: Che la gara era annunciata ostica e spigolosa lo si sapeva, di certo la Turris e Menichini non venivano al Menti per una scampagnata. È questo Pagliuca lo aveva ben capito e per questo motivo aveva chiesto “cazzimma” da parte dei suoi per venire a capo della gara. Ce stato bisogno proprio della cazzimma, qualità tipicamente stabiese, per combattere fino alla fine e portare a casa tre punti di platino in cascina.

Ha pagato ancora con un giallo l’enfasi incontrollabile dalla panchina, ma questa volta forse ci sta, anche lui ha vissuto appieno il clima derby.

Un lavoro certosino il suo sulla testa dei ragazzi che escono da questo derby non solo con tre punti in più in classifica ma anche più forti psicologicamente e sarà una forza importantissima nelle restanti dieci gare che porta verso fine aprile ad inseguire la “cosa bella” come piace dire a lui.

A lui ancora il plauso di come sta gestendo questa situazione che man mano è venuta a crearsi in un gruppo giovane non abituato a questi livelli alti in campionato, nella speranza che possa anche lui rimanere quanto più possibile “vicino” alla squadra.

Juve Stabia TV


Juve Stabia premiata a Palazzo Farnese per la promozione in B

Juve Stabia ricevuta e premiata nell'aula consiliare di Palazzo Farnese per la storica riconquista della Serie B
Pubblicita

Ti potrebbe interessare