24.7 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

domenica, Giugno 26, 2022

Jorginho: “Mancini ci trasmette serenità. Crede in noi e ci fa sentire forti”

Da leggere

Natale Giusti
Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Jorginho, centrocampista del Chelsea e della nazionale italiana, è intervenuto in conferenza stampa a due soli giorni dalla gara valevole per i quarti di finale di Euro 2020 contro il Belgio.

Le dichiarazioni di Jorginho sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Non so se De Bruyne potrà essere della partita – afferma in conferenza stampa Jorginho – ma è sicuramente un giocatore che fa la differenza, con un’intelligenza calcistica sopra la media.

La partita con l’Austria si stava mettendo male, contro un avversario molto organizzato. Ho visto la nostra squadra che si stava innervosendo e quindi ho cercato di aiutare i miei compagni a non perdere la testa, dicendo loro di stare tranquilli e di continuare a giocare come sapevamo. Adesso dobbiamo continuare a crederci: l’errore più grave sarebbe quello di pensare di aver già fatto qualcosa di grande.

Mi fa ridere questo appellativo di Professore che i comoagni mi hanno affibbiato, ma mi fa piacere, perché vuol dire che mi ascoltano.

Mancini è una persona molto tranquilla, che ci trasmette grande serenità. Crede in noi e questo sentimento noi lo percepiamo: ci trasmette fiducia, ci fa sentire forti.

Ogni volta che canto l’inno prima delle gare, mi passano davanti agli occhi le immagini del percorso che ho affrontato per arrivare fino a qua: è un momento che sento particolarmente, rappresentare l’Italia è per me un’emozione grandissima.

Qualcuno ha detto che potrei essere nel novero dei papabili per il Pallone d’oro se arrivassimo in fondo all’Europeo? Sinceramente non ci penso e poi la mia priorità è il bene del gruppo: gioire insieme, con tanti compagni e amici, è meglio che festeggiare da soli”.

a cura di Natale Giusti

Fonte: www.figc.it

Fonte Foto: figc.it

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy