Ponte di Legno Tonale (Bs): Ripresa l’attività dei Carabinieri sciatori

Carabinieri sciatori Ponte di Legno Tonale (Bs)

Ponte di Legno – Tonale (Bs): Ripresa l’attività dei Carabinieri sciatori tra interventi di soccorso e controlli green pass.

Con l’avvio della stagione sciistica è stato, come ogni anno, riproposto il servizio di vigilanza e soccorso svolto dai militari dell’Arma dei Carabinieri in Valcamonica ed in particolar modo nei due comprensori di Borno – Monte Altissimo e Ponte di Legno-Tonale.

In questa stagione i carabinieri saranno impegnati, come negli scorsi anni, in una mirata e attenta attività di vigilanza sulle piste, finalizzata a prevenire infortuni o comportamenti scorretti dei turisti; a questo compito saranno poi affiancati i controlli per il rispetto della normativa sanitaria vigente.

Lo scopo è quello di consentire ai tanti turisti di potersi divertire, di sciare, rispettando comunque le attuali disposizioni, che prescrivono l’obbligo di green pass per l’accesso agli impianti di risalita, costituiti da funivie, cabinovie e seggiovie che risultino essere dotate di cupola paravento.

Dall’apertura della stagione, avvenuta lo scorso 4 dicembre, sulle piste del Tonale sono stati già eseguiti 21 interventi di soccorso da parte dei carabinieri; sono invece più di 2000 i controlli a campione sul possesso del green pass.

Il soccorso più impegnativo è stato quello svolto qualche giorno fa a favore di un cittadino polacco che, scendendo dalla pista Corno d’Aola, nell’affrontare una curva, perdeva il controllo degli sci, andando a sbattere con le reti di protezione.

Sul posto sono intervenuti immediatamente due medici connazionali dell’infortunato unitamente alla pattuglia di sciatori della Stazione Carabinieri di Ponte di Legno.

I militari hanno messo in sicurezza lo sciatore con la spinale in attesa dell’intervento dell’elisoccorso. L’infortunato è stato poi trasportato presso la Poliambulanza di Brescia in prognosi riservata.

Negli ultimi giorni sono stati anche soccorsi un bambino di 13 anni ed una 15enne che, a seguito di cadute autonome dagli sci, si procuravano rispettivamente una frattura al polso e una frattura alla gamba; entrambi venivano immobilizzati e trasportarti mediante toboga e motoslitta al punto di arrivo dell’autolettiga di AREU, che provvedeva al loro trasferimento presso il pronto soccorso di Edolo.

I servizi di vigilanza, che vedranno di regola impegnate due pattuglie al giorno, proseguiranno in tutto il periodo delle festività natalizie.

Cristina Adriana Botis / Cronaca Lombardia