aifa torre annunziata Castellammare : aggiornamento dati numero contagiati ultime Castellammare di Stabia: aggiornamento positivi al Covid-19 Castellammare di Stabia - Covid-19: 90 stabiesi positivi Castellammare di Stabia - Covid-19: 90 stabiesi positivi TORRE ANNUNZIATA: 32 nuovi contagiati da Covid-19 e 5 guarigioni ultime 24 torre Castellammare di Stabia: aggiornamento risultati positivi al Covid-19 Covid-19: tristezza a Castellammare e Torre Annunziata Castellammare di Stabia: aggiornamento contagi Covid-19 73 24 ore lieve calo covid castellammare di stabia ha torre annunziata sei

Torre Annunziata, 80 nuovi contagi e 3 decessi negli ultimi cinque giorni

Torre Annunziata, 80 nuovi contagi e 3 decessi negli ultimi cinque giorni, Ascione: “Sarà un Natale più intimo, diverso a quello a cui siamo abituati”

Il Sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, ha fornito un aggiornamento sull’emergenza Covid relativo agli ultimi cinque giorni: sono 80 i nuovi casi di contagio nel Comune oplontino. Nello stesso arco di tempo si sono registrati anche 41 guarigioni e tre decessi.

I cittadini attualmente positivi sono 259: 240 posti in isolamento domiciliare e 19 ricoverati.
Sale a 1.272 il numero delle persone che hanno contratto il Coronavirus a Torre Annunziata dall’inizio dell’emergenza sanitaria, di cui 986 guarite e 27 decedute.

“Purtroppo altri tre nostri concittadini hanno perso la vita a causa del Covid-19 – afferma il sindaco Vincenzo Ascione. L’Amministrazione Comunale esprime profondo cordoglio e partecipa al dolore dei familiari per la dolorosa perdita dei propri cari.
Sarà fondamentale affrontare le imminenti festività natalizie con il massimo dell’attenzione, rispettando scrupolosamente i provvedimenti che verranno adottati da Governo e Regione. A breve, emanerò anche io un’ordinanza che avrà l’obiettivo di limitare il più possibile che si formino assembramenti incontrollati sul nostro territorio, in particolare nei giorni del 24 e 31 dicembre”.

“Tutti noi vorremmo trascorrere questi giorni di festa in compagnia di parenti ed amici, ma non possiamo assolutamente permetterci un rilassamento generale, sarebbe delittuoso e irrispettoso nei confronti delle tantissime persone scomparse a causa del Covid e dei loro familiari.

“Sarà un Natale più intimo – continua il primo cittadino – sicuramente diverso da quello a cui siamo abituati. I comportamenti che assumeremo in queste settimane determineranno ciò che accadrà da gennaio in poi, quando una terza ondata di contagi potrebbe travolgerci nuovamente, così come accaduto con dopo la scorsa estate”.