Il Pattugliatore Multiruolo P 04 Osum è atteso dal Gdf Roan Napoli VIDEO

Gdf Roan Napoli: in arrivo al molo San Vincenzo di Napoli il nuovo Pattugliatore Multiruolo P 04 Osum, unità ammiraglia della flotta navale della Guardia di Finanza. VIDEO - #gdf #GuardiadiFinanza #pattugliatore #pattugliatoremultiruolo #p04Osum #Napoli #16agosto2022 VIDEO

Gdf Roan Napoli: in arrivo al molo San Vincenzo di Napoli il nuovo Pattugliatore Multiruolo P 04 Osum, unità ammiraglia della flotta navale della Guardia di Finanza varato il 19 Ottobre 2021. – VIDEO  #pattugliatore #pattugliatoremultiruolo #P04Osum #gdf Guardiadifinanza #RoanNapoli #16agosto2022

Il Pattugliatore Multiruolo P 04 Osum è atteso dal Gdf Roan Napoli VIDEO

Il P 04 “Osum” è progettato e costruito per assolvere i compiti demandati al Corpo ed in particolare il pattugliamento, la sorveglianza marittima, lo sviluppo della Maritime Situational Awareness (MSA), il contrasto all’immigrazione clandestina ed ai traffici illeciti perpetrati via mare sia sotto Comando nazionale che inquadrato in dispositivi multinazionali sotto il controllo della Agenzia FRONTEX.

La nuova piattaforma navale, che sosterà nel capoluogo partenopeo dal 17 al 19 agosto, con un dislocamento di 500 tonnellate, una lunghezza di circa 60 metri, una larghezza di 9,5 metri ed un pescaggio di 3,5 metri, è la nave più grande nella storia del Servizio Navale della Guardia di Finanza.

Si caratterizza, oltre che per i più moderni sistemi di comunicazione e di scoperta radar, per una capacità di assicurare la sua funzione di polizia del mare e di sorveglianza dei confini marittimi nazionali ed europei in condizioni meteo marine particolarmente proibitive e per lunghi periodi, grazie alla prua “ad ascia” e alla innovativa propulsione “green” Diesel-Elettrico che ne assicura una ragguardevole autonomia operativa di circa 15 giorni di navigazione continuativa, con una copertura di almeno 2000 miglia nautiche, alla velocità di 18 nodi.

Ha un equipaggio di 30 militari con la possibilità di ospitare ulteriori funzionari europei nel corso delle operazioni internazionali congiunte promosse dall’ Agenzia Frontex.

Dispone di un’area che consente il decollo e l’atterraggio di un sistema aeromobile a pilotaggio remoto in grado di aumentare notevolmente la capacità di scoperta e di intervento a largo raggio, anche con l’ausilio dei due battelli di 9 metri di lunghezza per le operazioni di abbordaggio e controllo del naviglio sospetto.

Sarà chiamata a coordinare l’attività di prevenzione e contrasto dell’immigrazione irregolare e degli altri traffici illeciti via mare in sinergia con le diverse componenti operative ed investigative della Guardia di Finanza, potenziando ulteriormente la capacità operativa del Gruppo Aeronavale di Taranto, reparto assegnatario dell’unità in parola.

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIME NOTIZIE

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV