27.5 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Luglio 4, 2022

Doriforo di Stabiae: i giudici italiani chiedono restituzione agli USA

Da leggere

Il Doriforo di Stabiae, rubato con scavi illegali effettuati negli anni 70 e portato negli Usa dove è esposto: il Tribunale chiede sia restituito. La magistratura Americana ha risposto alla domanda avanzata dal Procuratore Nunzio Fragliasso ed ha richiesto una integrazione dell’incartamento già trasmesso a Febbraio.

L’INCREDIBILE STORIA del Doriforo di Stabiae: i giudici italiani chiedono restituzione agli USA

I giudici chiedono che la statua, rubata con scavi illegali a Stabia negli anni Settanta dal noto trafficante d’arte Elie Borowski e ora custodita in un museo di Minneapolis, torni in Italia.

È dovuta intervenire la Procura della Repubblica di Torre Annunziata per chiedere agli Stati Uniti la restituzione all’Italia di una statua trafugata illegalmente negli anni Settanta dagli Scavi di Stabia, antica colonia romana sepolta con Ercolano e Pompei dall’eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo.

Si tratta di un’importante statua, il Doriforo di Stabiae, trafugata con scavi illegali negli anni Settanta dal noto trafficante d’arte internazionale Elie Borowski e acquistata nel 1984 dal Minneapolis Institute of Art (Mia), museo del Minnesota, negli Stati Uniti, dove è tuttora esposta, che dice di averla pagata due milioni e mezzo di dollari.

Il Doriforo di Stabiae è molto prezioso

La Procura di Torre Annunziata ha chiesto aiuto alla competente Autorità Giudiziaria degli Stati Uniti per l’esecuzione del decreto di confisca del Doriforo di Stabiae, emesso lo scorso 19 gennaio.

Come già ribadito, la statua è stata trafugata illegalmente dal territorio ricadente nel Comune di Castellammare di Stabia, nella provincia di Napoli, ed è stata esposta all’estero altrettanto illegalmente.

Il Doriforo di Stabiae rappresenta la copia più famosa e riuscita che i romani abbiano prodotto dell’originale statua, in bronzo, risalente invece all’epoca greca e dal valore inestimabile.

Già nel 2020, il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, aveva scritto una lettera al ministro della Cultura Dario Franceschini per chiedere la restituzione del Doriforo e oggi plaude al lavoro della magistratura oplontina:

“Grazie allo straordinario lavoro della Procura della Repubblica di Torre Annunziata – scrisse –, il Doriforo di Stabiae, oggi esposto al museo di Minneapolis, potrebbe presto tornare finalmente in Italia.

Ho appreso in queste ore la richiesta di assistenza giudiziaria internazionale avanzata dalla Procura alle autorità statunitensi per l’esecuzione del decreto di confisca del Doriforo, emesso il 18 febbraio dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della stessa Procura”

LA SITUAZIONE AD OGGI del Doriforo di Stabiae

Martedì 24 maggio la Procura ha inoltre chiesto alle autorità americane di notificare alla direttrice del Minneapolis Insitute of Art il decreto di confisca definitivo ed esecutivo della scultura rubata negli anni 70, Doriforo di Stabiae, emesso dal gip del Tribunale di Torre Annunziata il 19 gennaio.

La magistratura Americana ha risposto alla domanda avanzata dal Procuratore Nunzio Fragliasso ed ha richiesto una integrazione dell’incartamento già trasmesso a Febbraio.

Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook!

Cristina Adriana Botis / Redazione Campania

ARTICOLI COLLEGATI PRESENTI NEI NOSTRI ARCHIVI:

Gaetano Cimmino: “Il Doriforo di Stabiae torni in Italia”

Doriforo di Stabiae: “Ho appreso in queste ore la richiesta di assistenza giudiziaria internazionale avanzata dalla Procura. Riportiamo a casa la statua del ed ospitiamola nei locali del nostro Museo Archeologico”

Castellammare, Corrado: “Accendere i riflettori sul Doriforo di Stabia trafugato negli ’80”

Castellammare, Margherita Corrado (M5S – Commissione Cultura Senato): “Accendere i riflettori sul Doriforo di Stabia trafugato negli ’80” “È tempo di accendere i riflettori sulla…
Alcuni altri articoli di Cronaca dalla Campania presenti nei nostri archivi:

Primavera della Mobilità Dolce e 70 anni della funivia del Faito: EAV e Fondazione Monti Lattari propongono, per oggi, un viaggio tra storia, cultura e luoghi incantati.

Giornata del Mare, al via la 3a edizione di Castellammare

Giornata del Mare, al via la terza edizione con due giorni di mostre e laboratori presso la Lega Navale di Castellammare di Stabia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy