m5s vertenza castellammare meridbulloni google maps

Castellammare, vertenza Meridbulloni: la dep. Manzo (M5S) chiede un tavolo con il MISE

Castellammare, vertenza Meridbulloni: la dep. Manzo (M5S) chiede l’apertura di un tavolo con il MISE: “Esprimo la mia vicinanza agli operai e alle loro famiglie”

“Quanto accaduto alla Meridbulloni di Castellammare di Stabia va approfondito” Così la deputata Teresa Manzo del Movimento 5 Stelle è tornata a commentare la vertenza legata alla chiusura dello stabilimento di via De Gasperi.

“Gli operai e il personale dell’azienda, senza alcun preavviso, nei giorni scorsi hanno trovato sbarrati gli ingressi del plesso, presidiati da personale di sicurezza privata” continua la parlamentare pentastellata.

Il Gruppo Fontana, infatti, ha prospettato ai suoi dipendenti uno scenario inatteso: Cassa Integrazione fino a gennaio 2021 e successivo trasferimento in pianta stabile presso la propria industria torinese, con perentoria serrata dello stabilimento di Castellammare.
Ai circa 80 dipendenti della Meridbulloni e alle loro famiglie esprimo la mia vicinanza, e annuncio di aver presentato al Ministero dello Sviluppo Economico, nella figura del Sottosegretario Alessandra Todde, la richiesta di apertura di un tavolo di lavoro, il quale abbia l’obiettivo di far luce sulla vicenda.”

Riproduzione Riservata – Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile comunque richiedere autorizzazione scritta alla nostra redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link al nostro articolo.