Docente universitario tenta di indurre studente a promettergli somme di denaro
Docente universitario tenta di indurre studente a promettergli somme di denaro

Campania: 1 milione di mascherine sequestrate distribuite al No Profit

Guardia di Finanza Napoli: sequestrate oltre 1 milione di mascherine non a norma devolute ad istituzioni ed enti no profit della regione Campania e della città.

Campania: 1 milione di mascherine sequestrate distribuite al No Profit

La Procura della Repubblica di Napoli, all’esito di complesse attività investigative, coordinate dalla sezione di criminalità economica e condotte dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Napoli , volte a con-trastare le condotte speculative illecite legate alla situazione emergenziale, ha disposto il sequestro di oltre un milione di mascherine chirurgiche, se-mi-maschere facciali e visiere facciali, destinate ad essere immesse sul mercato prive dei requisiti previsti dalle disposizioni vigenti.

Le indagini, condotte dagli specialisti del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli, hanno interessato diversi imprenditori, taluni anche stranieri ma tutti operanti nel napoletano, titolari di aziende per il commer-cio all’ingrosso e al dettaglio di prodotti di largo consumo, che hanno in-tensificato, in concomitanza con l’aggravarsi dell’emergenza epidemiolo-gica, le importazioni dirette dalla Cina di ingenti quantitativi di mascherine chirurgiche e di dispositivi di protezione non conformi alle normative di settore.

In particolare, l’attenzione degli investigatori si è inizialmente focalizzata su alcune spedizioni internazionali di merci sospette operate da soggetti già noti come gravitanti nella contraffazione. In tal modo è stato possibile risalire all’intera filiera commerciale, pervenendo al complessivo sequestro dell’ingente numero di mascherine e altri dispositivi di protezione risultati non a norma.

I citati dispositivi di protezione, prodotti in Cina, sono giunti in Italia attra-verso vettori aerei, sfruttando transiti in Paesi con accordi di libero scambio con l’U.E. che consentono la libera circolazione delle merci in assenza di controlli doganali.

I prodotti, oltre a riportare la marcatura “CE” ingannevole, erano anche ac-compagnati da diverse tipologie di certificazioni, tra cui talune totalmente contraffatte, apparentemente rilasciate da un ente di certificazione ricono-sciuto in ambito comunitario che, a seguito degli immediati accertamenti investigativi svolti dalla polizia giudiziaria , ne ha disconosciuto la genuini-tà.

Infatti, i certificati rinvenuti, riportanti riferimenti tecnici e normativi solo ap-parentemente corretti e il logo “CE” riprodotto in maniera ingannevole, at-testavano fraudolentemente la conformità dei prodotti ai requisiti essenzia-li di sicurezza previsti dalle norme comunitarie e nazionali.

Le società produttrici cinesi, inoltre, non sono risultate tra quelle autorizza-te dal Governo cinese a esportare prodotti utili al contrasto della diffusione del Covid-19.

Le mascherine e le visiere sequestrate, sottoposte ad analisi da tecnici e medici dell’ASL Napoli 1 – Centro, sono state declassificate a “prodotti per la collettività”, ai sensi dell’articolo 16 del Decreto Legge “Cura Italia” (n. 18/2020) e, pertanto, in virtù di una deroga normativa sancita dallo stesso decreto, sono risultate utilizzabili dalla collettività stessa per la riduzione del pericolo da contagio da Covid-19.

A conclusione delle indagini, la Procura della Repubblica ha ritenuto di disporne la devoluzione gratuita alle Istituzioni ed Enti no profit elencati in allegato, operanti sul territorio campano e napoletano, per la distribuzione a soggetti bisognosi oltre che alle diverse Forze di Polizie e così dotare gli Enti pubblici e solidali di presidi assolutamente necessari al contrasto del-la diffusione del virus.
Napoli 27.11.20

Elenco di Enti ed Onlus beneficitarie della donazione:

Centro Prima Accoglienza del Comune di Napoli (ex Dormitorio pubblico);
Comunità di Sant’Egidio di Napoli;
Centro Immigrati Campania Fernandes di Castel Volturno (CE);
Associazione Centro La Tenda di Napoli;
Associazione Sindrome di Down regione Campania Downeapolis di Na-poli;
Le Ali della Vita Onlus di Napoli;
A Ruota Libera Onlus di Napoli;
Associazione “Tutti a Scuola” Onlus di Napoli;
Associazione Nazionale Aperta/MENTE IL MONDO INTERNO Onlus di Napoli;
Associazione I.R.T. “Volontariato e Protezione Civile” di Torre del Greco (NA);
www.napolisoccorso.it Onlus di Napoli;
La Scintilla Onlus di Napoli;
Associazione Italiana Persone Down di Napoli;
Autism Aid Onlus di Napoli;
Less Onlus di Napoli;
G.I.F.F.A.S. Onlus di Napoli;
Associazione Pianoterra Onlus di Napoli;
Associazione Progetto Itaca di Napoli;
Teniamoci Per Mano Onlus di Napoli;
Arcidiocesi di Napoli – Caritas diocesana;
Centri Straordinari Accoglienza – Prefettura Napoli;
Case Circondariali di Napoli Poggioreale e Secondigliano;
Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli;
Istituto Penale Minorenni di Napoli Nisida;
Comando Provinciale Carabinieri e Carabinieri Forestali di Napoli;
Questura di Napoli;
Comando Provinciale Guardia di Finanza di Napoli;
Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Napoli;
Guardia Costiera di Napoli;
Agenzia delle Entrate di Napoli.

Cristina Adriana Botis / Redazione Campania

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

Ascolta la WebRadio