23.2 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

mercoledì, Agosto 10, 2022

Inter 3-1 Lazio, le pagelle: Lukaku è una furia; Skriniar domina

Da leggere

 

SERIE A – Chi sono i migliori e i peggiori della sfida di San Siro? Per l’Inter: Lukaku è un gigante; Skriniar è un muro. Per la Lazio: Escalante entra e segna con una deviazione. Immobile poco incisivo.

Termina 3-1 il posticipo di Serie A tra Inter e Lazio. I nerazzurri volano al primo posto in classifica e allungano sulle avversarie. Segnano Lukaku (il migliore in campo) e Lautaro. Il gol di Escalante non basta. Ma chi sono i migliori e i peggiori del match del Meazza?

Inter

Handanovic 6: nel primo tempo è attento ad anticipare Lazzari, disinnescando una situazione potenzialmente esplosiva. Non può nulla sul gol della Lazio. La deviazione di Escalante lo manda fuori tempo.

Skriniar 7,5: prestazione fantastica del centrale dell’Inter. Mette una pezza sui numerosi cross della Lazio e chiude su Correa con grande precisione.

De Vrij 6,5: tiene a bada il detentore della Scarpa d’oro, Immobile, con grande senso del ruolo. Ormai è il leader difensivo della squadra.

Bastoni 7: altra conferma per il centrale italiano. Insieme a Perisic, si occupa di frenare le accelerate di Lazzari.

Hakimi 6,5: viene contenuto bene da Marusic, ma anche questa sera il marocchino dà prova della sua straordinaria velocità. (dal 90′ D’Ambrosio SV)

Barella 6,5: partita di grande applicazione e generosità per l’ex Cagliari. L’obiettivo, raggiunto, era evitare l’ammonizione, poiché diffidato in vista del Derby.

Brozovic 7: faro del centrocampo nerazzurro, il croato ha le redini del gioco della squadra. Se EpicBrozo gioca bene, l’Inter gioca bene.

Eriksen 6,5: al rientro da titolare in Serie A, il danese gioca un primo tempo molto positivo, facendosi trovare pronto alle spalle del centrocampo della Lazio. Nel secondo tempo cala leggermente, ma le sensazioni (e le prestazioni) sono quelle giuste. (dal 72′ Gagliardini 6: aiuta la squadra a difendere il doppio vantaggio)

Perisic 6,5: serata positiva anche per il croato. In avanti si fa vedere poco, ma in difesa è molto attento su Lazzari, uno dei più pericolosi della squadra di Inzaghi. (dal 90′ Darmian SV)

Lautaro 7,5: il Toro corre tanto e aiuta tutta la sua squadra. Nel primo tempo si procura il rigore dopo una combinazione fantastica con Lukaku. Nel secondo tempo, invece, trova anche il gol che chiude la partita, con un tap-in facile facile. (dal 77′ Sanchez SV)

Lukaku 8: è la sua serata. Segna una doppietta, prima con un rigore, poi approfittando di un black-out della Lazio, e fornisce l’assist per il gol di Lautaro. In carriera sono 300 marcature a 27 anni: un numero che certifica la caratura del giocatore.

All. Conte 8: la sua Inter regge la pressione scatenata dalla sconfitta del Milan e infligge una sconfitta pesante a una squadra in forma come la Lazio. È un segnale importante alle avversarie, impegnate, ora, nelle competizioni europee. E tra sette giorni c’è il Derby…

Lazio

Reina 6: non può molto sui gol dell’Inter.

Patric 5: è messo seriamente in difficoltà dalle incursioni senza palla di Eriksen. Tiene in gioco Lukaku sul gol del 2-0.

Acerbi 6: non ha colpe sui gol nerazzurri. Gioca prima da regista aggiunto e, nel finale, persino da attaccante. Senza fortuna però.

Hoedt 5: inizialmente non doveva giocare, ma dopo l’infortunio di Radu nel riscaldamento, viene chiamato a prendere il suo posto. Causa ingenuamente il rigore dell’1-0 per l’Inter, con un fallo su Lautaro. (dal 46′ Parolo 6,5: entra in una posizione a lui non congeniale ed è decisivo salvando su Lautaro. Sul gol dell’argentino, invece, Lukaku è oggettivamente più potente di lui. Impossibile fermarlo.)

Lazzari 6: perde la sfida a distanza con il velocista nerazzurro, Hakimi. Sulla sua fascia, Perisic è attento e lo marca a uomo.

Milinkovic-Savic 6: molto meno “incursionista” del solito. Si limita al compitino e solo a tratti mostra la sua classe. Ci mette il suo, battendo la punizione che permette a Escalante di accorciare le distanze.

Leiva 5,5: i centrocampisti nerazzurri giganteggiano sulla trequarti laziale e lui resta un pò indietro. Gestisce bene la palla in fase di possesso. (dal 46′ Escalante 6,5: dà maggiore vitalità alla manovra laziale. È fortunato a trovare la deviazione che spiazza Handanovic sulla punizione di Milinkovic-Savic)

Luis Alberto 5,5: dirige bene il possesso in fase offensiva nel primo tempo, ma quando sono i nerazzurri ad attaccare il centrocampo della Lazio scompare. (dal 77′ Pereira SV)

Marusic 6: se Hakimi arriva solo poche volte sul fondo, è merito suo. Costringe il marocchino a ripiegare per non lasciare la fascia scoperta.

Correa 5: totalmente annichilito dalla difesa dell’Inter, che lo bloccano sempre. (dal 70′ Caicedo 5,5: ingresso senza squilli)

Immobile 5,5: corre tanto e aiuta sempre i compagni, ma viene servito poco e De Vrij lo chiude con semplicità. (dal 70′ Muriqi 5,5: Skriniar e De Vrij non hanno problemi a contenerlo)

All. Inzaghi 6: la sua Lazio gioca un buon calcio, ma questa Inter è troppo anche per loro. L’attacco non trova le giuste geometrie per far male ai meneghini e la difesa non è riuscita a fermare Lukaku.

 

 

A cura di Claudio Savino

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. Èpossibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy