Givova Scafati, no Logan no party: la spunta Pesaro 69-81

Gara a farsi alterne. Tra sorpassi e controsorpassi, alla fine sono i marchigiani ad avere la meglio. Seconda sconfitta di fila per i gialloblu.

L’ultima gara di andata del campionato di serie A va a alla Carpegna Prosciutto Pesaro,  che supera 69-81 la Givova Scafati alla Beta Ricambi Arena. Al di là delle statistiche finali, la formazione ospite ha avuto il merito di mettere a segno dei parziali importanti dei momenti topici dell’incontro, punendo i padroni di casa ad ogni minimo errore.

Alla compagine dell’Agro è pesata invece l’assenza dell’infortunato Logan, la cui mancanza è pesata non solo in termini di punti ma anche di costruzione del gioco, non essendoci in organico un altro giocatore con le medesime caratteristiche.

GIVOVA SCAFATI vs VL PESARO: la cronaca del match

1° QUARTO

Senza Logan, in quintetto c’è Rossato: il capitano non fa rimpiangere l’assenza del professore, entrando subito nel vivo della sfida, che per i primi minuti si mantiene equilibrata (5-6 al 4’). Con il punteggio basso in virtù del lavoro delle difese, inizia la girandola dei cambi richiesti da entrambi i tecnici (10-9 al 7’). Si gioca soprattutto sugli esterni, con coach Repesa costretto al time out all’8’, quando i suoi mostrano un leggero appannamento (13-9). Pesaro reagisce e piazza un break di 0-6 con cui chiude avanti 13-15 la prima frazione.

2° QUARTO

Si segna poco anche in avvio di secondo quarto, con i quintetti in campo che si rendono protagonisti di una gara intensa e agonisticamente valida, il cui punteggio si mantiene equilibrato (18-18 al 13’). Kravic approfitta di qualche leggerezza dei locali per realizzare i canestri del 18-22 al 15’, costringendo coach Caja al time-out.

È un buon momento per i biancorossi, che difendono in maniera aggressiva, trovano manforte in Abdur-Rahkman e provano a scavare il solco (20-30 al 17’), costringendo nuovamente l’allenatore locale a fermare il cronometro. Le polveri bagnate penalizzano i gialloblu che, nonostante il buon impatto di Mian, soggiacciono sotto i colpi di Cheatham e compagni, chiudendo la prima parte di gara sotto 31-41.

3° QUARTO

Okoye e Imbrò accorciano subito in avvio di ripresa (37-41 al 21’). Il loro lavoro, unito a quello dei compagni, costringe la difesa pesarese a caricarsi di falli. Al resto ci pensa il calore della Beta Ricambi Arena, che spinge gli atleti in campo a lavorare sodo in difesa e a far girare meglio la palla in attacco (42-46 al 24’).

Trascorrono i minuti, ma il distacco resta invariato (47-51 al 27’). Con pazienza e lucidità, la Givova riesce a rosicchiare un punto dopo l’altro all’avversario, fino a mettere la freccia con Thompson (53-52 al 28’). Un fallo antisportivo fischiato a Totè nel finale permette ai locali di chiudere avanti 55-52 la terza frazione.

4° QUARTO

In avvio di quarta frazione, complice un fallo antisportivo fischiato a Imbrò, i marchigiani, trascinati da Gudmundsson e Visconti, si ritrovano avanti 55-65 al 32’ (parziale di 2-13). Coach Caja striglia i suoi. Okoye ha un sussulto d’orgoglio e realizza due triple di fila (61-67 al 34’). Ma è un fuoco di paglia, perché gli uomini di Repesa (bene Charalampopoulos) macinano gioco e punti, ampliando le distanze (61-75 al 36’). I gialloblu escono praticamente di scena, con gli ospiti che dilagano (61-80 al 38’) e si impongono 69-81.

TABELLINO

GIVOVA SCAFATI 69 – 81 CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO

GIVOVA SCAFATI: Stone 3, Thompson 4, Okoye 24, Caiazza n. e., Mian 7, Pinkins 15, De Laurentiis n. e., Rossato 6, Imbrò 10, Butjankovs, Tchintcharauli n. e., Logan n. e. Allenatore: Caja Attilio. Assistenti Allenatori: Ciarpella Marco, Mazzalupi Emanuele.

CARPEGNA PROSCIUTTO PASARO: Kravic 9, Abdur-Rahkman 12, Visconti 8, Moretti 6, Tambone 6, Stazzonelli, Gudmundsson 10, Charalampopoulos 15, Totè 4, Cheatham 11. Allenatore: Repesa Jasmin. Assistenti Allenatori: Savignani Bruno, Pentucci Luca.

ARBITRI: Lanzarini Sergio di Bologna, Galasso Martino di Siena, Patti Simone di Montesilvano (Pe).

NOTE: Parziali: 13-15; 18-26; 24-11; 14-29. Falli: Scafati 24; Pesaro 23. Usciti per cinque falli: nessuno. Tiri dal campo: Scafati 21/57 (37%); Pesaro 23/56 (41%). Tiri da due: Scafati 8/20 (40%); Pesaro 9/21 (43%). Tiri da tre: Scafati 13/37 (35%); Pesaro 14/35 (40%). Tiri liberi: Scafati 14/21 (67%); Pesaro 21/29 (72%). Rimbalzi: Scafati 33 (10 off.; 23 dif.); Pesaro 36 (9 off.; 27 dif.). Assist: Scafati 24; Pesaro 16. Palle perse: Scafati 10; Pesaro 9. Palle recuperate: Scafati 2; Pesaro 5. Stoppate: Scafati 1; Pesaro 2. Spettatori: 2.500 circa.

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Ferrari, la vettura si chiamerà SF-23

La Ferrari nella giornata di ieri ha annunciato che la nuova vettura per la stagione 2023 si chiamerà SF-23