Nave Msc Aries sequestrata dall’Iran: dettagli sull’attacco VIDEO

LEGGI ANCHE

Visite : 49

Scopri i dettagli sul sequestro della Nave Msc Aries, gestita da Mediterranean Shipping Company ma di proprietà di Idan Ofer, avvenuto in prossimità di Fujairah, sollevando preoccupazioni geopolitiche nel Golfo Persico.

L’imbarcazione MSC Aries sequestrata dall’Iran nel Golfo Persico

Poco tempo dopo l’incidente che ha coinvolto la nave car carrier Galaxy Leader al largo delle coste dello Yemen, un’altra nave, la portacontainer Msc Aries, gestita dalla Mediterranean Shipping Company ma di proprietà dell’imprenditore israeliano Idan Ofer, è stata assalita e sequestrata dalle forze speciali iraniane.

A bordo della nave cargo ci sono attualmente 25 membri dell’equipaggio.

La compagnia ha confermato l’accaduto, precisando che il sequestro è avvenuto durante il transito attraverso lo stretto di Hormuz, intorno alle 4:43 ora italiana mentre la nave si trovava a circa 50 miglia a nord-est di Fujairah, in prossimità dello Stretto di Hormuz mentre questa si trovava nel Golfo Persico, diretta dal porto di Khalifa negli Emirati Arabi Uniti a quello di Nhava Sheva in India.

Un video documenta l’operazione condotta dai miliziani tramite elicottero, che ha permesso loro di salire a bordo della portacontainer.

In un comunicato ufficiale, la società ha dichiarato di essere in contatto con le autorità competenti per garantire il benessere del personale e il sicuro rilascio dell’imbarcazione.

La questione dell’identità del proprietario della Msc Aries solleva interrogativi.

La nave, gestita e operata commercialmente dal gruppo Msc, è di fatto affittata a lungo termine dalla società Gortal Shipping Inc, affiliata a Zodiac Maritime, parte della quale è di proprietà dell’uomo d’affari israeliano Eyal Ofer.

Il sequestro avvenuto tramite elicottero è motivo di preoccupazione.

La compagnia ha precisato che dei 25 membri dell’equipaggio a bordo, ben 17 sono indiani. Il governo indiano, attraverso canali diplomatici, sta lavorando per garantire la sicurezza e il rilascio dei suoi cittadini coinvolti.


Potenziamento del Monitoraggio Sottomarino dei Campi Flegrei: Sicurezza e Prevenzione

Nuove tecnologie migliorano la sorveglianza della caldera sottomarina per una gestione più sicura dei rischi vulcanici.
Pubblicita

Ti potrebbe interessare