All’I.I.S.S. “M.P. Vitruvio” di Castellammare di Stabia un Percorso di educazione finanziaria per la prevenzione dell’usura e del gioco d’azzardo

LEGGI ANCHE

29 settembre 2024, importante iniziativa all’IIS “M.P. Vitruvio” di Castellammare di Stabia col Progetto “Pcto Percorso di educazione finanziaria”.

Ideato e Promosso da “Exodus ’94 fondazione antiusura”, si è svolto stamattina nell’Aula Magna del Vitruvio, nell’ambito del percorso, un incontro sul concetto di competenza “Sapere, saper fare e saper essere in relazione al contesto”.

Referente del progetto formativo, rivolto ai numerosi alunni delle classi quarte dello storico istituto stabiese, la prof.ssa Giusy Agozzino, docente dello Staff del “M.P. Vitruvio”.

Durata e obiettivo del percorso di educazione finanziaria per la prevenzione dell’usura e del gioco d’azzardo

Il percorso, di circa 30 ore, è articolato in sette incontri che trattano dell’uso responsabile del denaro, indicando i pericoli del gioco d’azzardo e di altre dipendenze.

Principale obiettivo quello di far acquisire o accrescere negli studenti la conoscenza delle opportunità e dei rischi del mondo finanziario, per fare scelte consapevoli.

Relatori del corso il dott. Gaetano Gargiulo, consulente strategico d’impresa, e la dott.ssa Anita Lotito, sociologa A.N.S., che con consumata perizia sono riusciti a coinvolgere attivamente anche i più distratti.

Il percorso è presentato ai giovani in un linguaggio semplice e con tecniche di comunicazione innovative, in un percorso basato sull’approccio “trials and errors”.

Il commento della Dirigente Scolastica Angela Cioffi

“Insegnare ai nostri ragazzi a gestire il proprio denaro è fondamentale per evitare che da adulti possano incorrere in problemi economici difficili da superare – ha spiegato la Dirigente del “Vitruvio, prof.ssa Angela Cioffi – per questo abbiamo aderito con entusiasmo all’iniziativa.”

“I motivi per cui molte persone si rivolgono agli usurai, oltre alla precarietà lavorativa, sono il gioco d’azzardo o i debiti con finanziarie, che non sanno più come restituire.”

“È evidente che queste persone non hanno un buon rapporto col denaro, e per questo non sono in grado di gestirlo. Forse perché nessuno gliel’ha mai insegnato.”

Gli argomenti trattati nel Percorso di formazione finanziaria di “Exodus ’94” servono proprio a colmare questo vuoto educativo.

Vanno dall’impostazione del proprio bilancio domestico, all’uso delle carte di credito/debito; dalla stipula di un mutuo, all’investimento dei propri risparmi in banca.

Di particolare interesse le nozioni sulle cause dell’indebitamento, che possono essere di natura familiare, legate a problemi di salute o a stili di vita inadeguati.

Altre cause: il gioco d’azzardo e l’indebitamento/sovraindebitamento, che possono sfociare nel prestito usuraio, una vera e propria piaga sociale.

Questo percorso fornisce anche importanti nozioni su come si costituisce un’azienda, su quali sono gli adempimenti amministrativi e fiscali e la scelta della forma giuridica.

A conclusione del percorso, cenni di Economia Sostenibile: “comportamenti virtuosi per un’ecologia inserita dentro l’economia”.

“Exodus ’94 fondazione antiusura” opera nell’area Sorrentino-Stabiese, in cui sono presenti problemi quali la disoccupazione, la criminalità organizzata, l’usura e il gioco d’azzardo.

La fondazione Exodus ’94

La fondazione “Exodus’ 94” nasce a Castellammare trent’anni fa, precisamente il 17 marzo 1994, per iniziativa dell’avv. Luigi de Simone e di mons. Felice Cece, con ventidue soci fondatori.

È una fondazione no profit che aiuta concretamente persone, famiglie e aziende, “individuando i loro problemi e accompagnandoli alla libertà e allo svincolo (all’Esodo)”.

L’impegno della Fondazione “Exodus ’94” è quello di sostenere le persone che si trovano in difficoltà economica, in primis strappandole alla morsa dell’interesse usuraio.

Da trent’anni la Fondazione, infatti, contrasta questo triste fenomeno, erogando prestiti a persone vittime dell’usura nel territorio stabiese e sorrentino.

Inoltre “Exodus ’94” ha iniziato una campagna di sensibilizzazione all’uso consapevole del danaro, attraverso attività svolte soprattutto nelle scuole e nelle parrocchie.

Tra esse il Progetto “Pcto Percorso di educazione finanziaria”, un importante strumento di crescita personale per gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale “M.P. Vitruvio”.

Un apprezzabile esempio di buone pratiche educative, nato sul territorio dall’alleanza strategica tra Scuola e Organizzazioni no profit per prevenire l’usura e il gioco d’azzardo.


F1, GP Canada: Verstappen trionfa. Disastro Ferrari

Alla fine l’ha ancora una volta spuntata lui. Max Verstappen vince anche il GP del Canada davanti a Lando Norris e alla Mercedes di...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare