Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Sequestrati oltre 500 prodotti recanti marchi contraffatti

Sequestrati dalla GdF di Palermo

La GdF di Palermo li ha sequestrati insieme ad una cassaforte con 81 mila euro procedendo anche all’arresto per resistenza e lesioni.

I Finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Palermo hanno sequestrato prodotti recanti marchi contraffatti e un’ingente somma di denaro all’interno di un negozio gestito da 2 soggetti di nazionalità cinese ubicato a Palermo in via Ugo La Malfa.

L’attività scaturisce dall’intensificazione dei controlli economici del territorio disposti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo e finalizzati a verificare il rispetto delle norme emanate dall’Autorità di Governo per il contrasto alla diffusione del contagio da COVID19 e in materia di sicurezza dei prodotti posti in vendita.

Sequestrati oltre 500 prodotti recanti marchi contraffatti.

In particolare, nel corso del controllo presso l’esercizio, i militari hanno notato esposto alla vendita diversi capi di abbigliamento (borse, cinte, cappelli e mascherine in stoffa, per un totale di 536 articoli) recanti note marche, quali “ADIDAS”, “GUCCI”, “MONCLER” ecc., che risultavano essere difformi da quelli originali, non riportando nessun ologramma e presentando evidenti imperfezioni.

Per tali motivi i Finanzieri hanno proceduto al sequestro amministrativo dei prodotti e alla segnalazione del responsabile alla competente Camera di Commercio per l’irrogazione di una sanzione amministrativa che va da un minimo di €.10.500 fino a un massimo di oltre €. 31.500.

La GdF di Palermo li ha sequestrati insieme ad una cassaforte con 81 mila euro procedendo anche all’arresto per resistenza e lesioni.

Inoltre nel corso dell’attività ispettiva i “Baschi Verdi” rinvenivano all’interno di una cassaforte anche un’ingente somma di denaro in contanti pari a 81.372 euro, posta sotto sequestro.

Il soggetto oltre ad essere stato denunciato per contraffazione e ricettazione, è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali per essersi opposto con la forza al sequestro della somma di denaro.

L’attività testimonia l’impegno profuso dalla Guardia di Finanza quale polizia economico – finanziaria a contrasto dell’economia illegale e a tutela dei consumatori e dei commercianti onesti.

Adduso Sebastiano