Rissa a Ischia: nasconde per gioco un accendino nel reggiseno ed è rissa

LEGGI ANCHE

Una banale sfida tra amici, scatenata da un accendino nascosto nel reggiseno di una ragazza, si trasforma in una violenta rissa coinvolgente. Scopri i dettagli di questo evento esplosivo!

Rissa a Ischia: Accendino scatenatore nel bar, arresti e denunce

Un accendino rubato e nascosto nel reggiseno di una ragazza è il detonatore di una rissa violenta che ha coinvolto cinque persone, trasformando un tranquillo momento in un caos scatenato. Quello che sembrava un gioco innocente si è trasformato rapidamente in un conflitto fisico che ha visto crescere l’escalation fino a coinvolgere altri.

La scintilla della discordia è stata accesa in un bar di Ischia, dove un gruppo di amici si godeva la serata tra chiacchiere e drink. Tuttavia, l’atmosfera si è surriscaldata quando una ragazza ha preso l’accendino di uno dei presenti e l’ha nascosto nel suo reggiseno, sfidando il proprietario a recuperarlo. Ciò ha scatenato la reazione del fidanzato della ragazza, che non ha gradito l’atto e ha difeso l’amico.

La situazione è rapidamente degenerata in una rissa fisica, coinvolgendo altre persone presenti nel locale. Le liti verbali hanno ceduto il passo ai pugni, trasformando il bar in un campo di battaglia. La contesa è proseguita anche al di fuori del locale, trasferendosi per strada, dove la tensione è giunta al culmine.

L’intervento delle forze dell’ordine è stato inevitabile per riportare la calma. I vigili urbani sono stati i primi a intervenire, ma il fidanzato della ragazza, visibilmente ubriaco, ha opposto resistenza al controllo, aggredendo gli agenti. La situazione è poi sfuggita di mano quando i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Ischia sono intervenuti per sedare la rissa. Il giovane è stato arrestato per minacce, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Durante la perquisizione a casa sua, è stato trovato un bilancino di precisione e un panetto di hashish nascosto nel comodino, aggravando ulteriormente la sua posizione.

Non è stato l’unico ad essere coinvolto nelle conseguenze legali di questa rissa. Tutti e cinque i giovani coinvolti, incluso un sedicenne, sono stati denunciati e proposti per il Daspo urbano, mostrando come un momento di leggerezza possa trasformarsi in gravi conseguenze legali.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’Italia ad un passo dall’eliminazione con la Croazia acciuffa il pari all’ultimo secondo e vola agli ottavi!

Decisivo per la rete qualificazione il subentrato Zaccagni che batte Livakovic con un preciso tiro a giro sul secondo palo
Pubblicita

Ti potrebbe interessare