Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Napoli-Roma, Gattuso: “Non farò passare più nulla, voglio una mentalità da squadra”

Gattuso

Gattuso al termine di Napoli-Roma ai microfoni di Sky ha commentato la gara

Rino Gattuso, al termine di Napoli-Roma, è intervenuto ai microfoni di Sky, commentando così la gara: “Abbiamo fatto delle buone gare, dobbiamo giocare con questa intensità, con questa voglia. Non dobbiamo sottovalutare nulla. Dobbiamo giocare col coltello fra i denti. La qualità c’è, è necessario giocare da squadra. Mi piace l’atteggiamento di oggi: non dei grandi vaff*, ma i complimenti fatti ai compagni. Si respira un’aria triste, però in questo momento la città deve avere buon senso. Troppa gente senza mascherina. Maradona è una leggenda, lo sanno tutti. In questo momento dobbiamo fare i bravi. Ne pagheremo tutti. Da domani spero che si cominceranno a fare cose giuste. La città sta soffrendo tanto per Maradona, per i negozi chiusi, per l’economia”.

Sul piano tattico

“Non è una questione di modulo: il vertice basso dà più equilibrio, certo, ma è una questione di interpretazione. Oggi in fase di possesso abbiamo costruito con 1-2 giocatori. L’altro giorno col Milan mi sono preso le colpe perché ho fatto passare qualcosa, ma non devo. Altrimenti non sono me stesso. Do messaggi negativi. Sono forse cambiati i tempi. Ai giocatori deve venir la nausea per quanto parlo. Zielinski è uno dei giocatori più forti che abbiamo, purtroppo per il Covid non riusciva a reggersi in piedi. Non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, ma è un giocatore importante, ha tutto per diventare fondamentale”.

Cosa manca al Napoli

“Non possiamo avere una squadra al 100% per tutte le gare, ma bisogna avere l’umiltà di rispettare l’avversario, di giocare da squadra. Si può sbagliare qualcosa, ma la mentalità non deve mancare mai. Se andiamo a vedere i numeri, non so cosa si aspettano da noi. Ne abbiamo vinte 9. Io voglio alzare l’asticella, è una squadra forte, gioca un buon calcio. Bisogna farlo da squadra. La squadra ha 18 punti sul campo. Io ero in pullman per partire da Torino. In quel momento lì la squadra aveva molte chance di fare punti a Torino. A noi non ci ha agevolato. Abbiamo una partita in meno, un punto in meno. Spero che la giustizia faccia il suo corso. La squadra da battere è l’Inter. E’ una squadra fortissima, che abbina qualità e forza fisica. Così come la Juve”.