Juve Stabia Adriano Mezavilla 17072019
Juve Stabia Adriano Mezavilla 17072019

Mezavilla: “Pordenone temibile sulle palle inattive. Favorevole al VAR”

Adriano Mezavilla, centrocampista della Juve Stabia, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul momento delle Vespe in campionato

 

Adriano Mezavilla, centrocampista ma anche jolly tuttofare della Juve Stabia poiché mister Fabio Caserta lo utilizza spesso e con ottimi risultati anche nel ruolo di centrale difensivo soprattutto quando viene a mancare uno dei centrali titolari come accaduto nell’ultimo mese con Denis Tonucci (che rientrerà dopo la sosta) fermo ai box per stiramento, ha rilasciato una lunga intervista al portale TuttoB.com. Le sue dichiarazioni sono state sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

Questa pausa ci aiutare a recuperare gli infortunati. Abbiamo anche tempo per  recuperare più gente possibile e proseguire ancora la fase di 
conoscenza con i nuovi arrivati. E’ una sosta positiva. Le difficoltà di questo periodo della Juve Stabia? Sono arrivati tanti giocatori nuovi e quelli rimasti sono esperti, cerchiamo di dare una mano a tutti. Abbiamo passato momenti difficili  ma ora stiamo tornando. Con il mister mi trovo bene, sono stato bene da compagno di squadra e sicuramente è un ottimo allenatore. Lavora tanto, poche chiacchiere: aspetto molto positivo.

La Juve Stabia, purtroppo, spesso ha partenze difficili in serie B. Venivamo da tante vittorie lo scorso anno ma ora stiamo cercando la  quadratura giusta. Avremmo meritato qualche punto in più, lavoriamo  per fare sempre meglio. E’ stata una partenza difficile, ma sono state poche le gare nelle quali abbiamo demeritato. Dobbiamo restare umili, lavorare e cercare di migliorare.

Il Pordenone è una squadra forte che sta giocando sull’entusiasmo. Bravi e temibili sulle palle inattive, ci abbiamo giocato contro in Supercoppa. Non hanno cambiato tanto, dobbiamo aspettarci una partita difficilissima. I miei obiettivi a livello personale? Gli obiettivi sono quelli di giocare fino a quando riuscirò. Mi fa sempre piacere e se sto bene voglio continuare, ma l’obiettivo principale è portare la Juve Stabia alla salvezza”.

Dobbiamo restare umili e sapere che è un campionato difficile. Dobbiamo pensare alla salvezza, poi non si sa mai. I conti si fanno alla fine. Il VAR in Serie B? Per gli episodi che ci sono capitati all’inizio del campionato, ci avrebbe fatto comodo. Gli episodi decidono una stagione, per cui sono a favore: va usato”.

 

Fonte: TuttoB.com 

 

Ascolta la WebRadio