Manniello Juve Stabia
Manniello Juve Stabia

Manniello: “Ambiente non sereno. Bisogna fare il bene della Juve Stabia”

Franco Manniello, patron della Juve Stabia, è intervenuto in conferenza stampa al termine del match con il Trapani: le sue dichiarazioni

Manniello: “Ambiente non sereno. Bisogna fare il bene della Juve Stabia”

 

Il patron della Juve Stabia, Franco Manniello, ha parlato ai nostri microfoni in sala stampa al termine del match tra le vespe e il Trapani, terminato 2-2. Ecco le parole del numero uno della Juve Stabia:

Se Provedel non salva su quell’azione finisce 3-0 per loro. Ma poi la potevamo anche vincere. E’ sicuramente un punto guadagnato per come si era messa. Rimontare dopo un 2-0 e’ stato importante. Questo campionato ci ha abituato a colpi di scena clamorosi. Voglio parlare di un’altra cosa. In società si è creato un ambiente antipatico tra l’amministratore e tutti i dipendenti della Juve Stabia. Per me la Juve Stabia e’ una famiglia e dovremo risolvere dei problemi interni. Sono successe delle cose contro un’istituzione, uno stabiese che da anni porta avanti la segreteria amministrativa della Juve Stabia. La Juve Stabia e’ di Castellammare e dei tifosi. O si risolve la questione oppure sono pronto a fare non due ma sei passi indietro. E’ una situazione che va affrontata e non c’è un clima sereno. In 12 anni c’è sempre stato un clima idilliaco e ci deve continuare ad essere. Bisogna rasserenare il clima. E’ un clima in cui i dipendenti non stanno a loro agio. Ho visto lo striscione della Curva e i cori. La Juve Stabia è di Castellammare di Stabia, non del sottoscritto o di qualcun altro. Se i tifosi hanno reagito in questo modo avranno avuto le loro ragioni. Posso solo dire che sarò sempre al fianco della Juve Stabia”.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Ascolta la WebRadio