36 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Giugno 27, 2022

Hamilton: “Verstappen? Non mi arrendo così facilmente”

Da leggere

Le parole del pilota della Mercedes Lewis Hamilton al termine del Gran Premio vinto in Inghilterra, in cui non sono mancate critiche

Hamilton: “Verstappen? Non mi arrendo così facilmente”

Un successo da re, a casa del king. A Silverstone, in modo contestabile, vince Lewis Hamilton che accorcia nel mondiale piloti e tiene viva la possibile rimonta su Max Verstappen.

Proprio un incidente con Max, che ha portato Hamilton a dover scontare dieci secondi di penalità,  ha solo in parte compromesso la gara dell’inglese che al termine del GP è intervenuto così ai microfoni di Sky:

Godermi la vittoria dopo quanto successo con Max? Assolutamente. Ho incassato la penalità e dalle immagini, dal filmato che ho visto e da quello che ho provato all’interno dell’abitacolo, spero che tutti abbiano descritto per i fan l’incidente nel modo giusto. Le regole dicono che quando la tua ala anteriore è all’altezza della gomma posteriore della macchina davanti, la curva è sua. Se invece siete affiancati la curva è tua. E io ero affiancato. Quindi la curva era mia. Max ovviamente non voleva che lo sorpassassi ed ecco cosa è successo. Le corse sono le corse. Non sento alcuna ostilità però lui, ma deve sapere che anche se tutti alzano il piede quando si è in lotta con Max, io non sono fatto così. Io sono qui per lottare e non mi arrenderò tanto facilmente”.

 

“Fiero dei ragazzi”

Sull’emozione al termine della gara e sulla penalità il numero 44 ha parlato così:

“E’ davvero qualcosa di travolgente. Meteo bellissimo, con il pubblico migliore del mondo. Il nostro pubblico è il migliore del mondo. Non avrei potuto fare tutto questo senza il lavoro straordinario di Valtteri e del team.”

 Rimontare con la penalità? “E’ dura. Io ho dato tutto in questo weekend. Sono andato in fabbrica cercando di estrarre quei decimi in più di prestazione. Sono fiero di tutti i ragazzi, continuano a lavorare anche se siamo indietro. Nell’approccio alla gara sapevo che dovevo fronteggiare un rivale aggressivo come Max. Oggi io mio sono affiancato a lui e non mi ha mai lasciato spazio. Ma al di là della penalità, che io sia d’accordo o meno, ho incassato il colpo e continuato a lavorare cercando di fare il mio lavoro e godermi il pubblico”.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy