De Conciliis: l’Avellino farà rotazioni con la Juve Stabia

Pietro De Conciliis di Radio Punto Nuovo ha rilasciato alcune dichiarazioni sull'Avellino nel corso de "Il Pungiglione Stabiese"

LEGGI ANCHE

De Conciliis, le sue dichiarazioni sull’Avellino nel corso della trasmissione “Il Pungiglione Stabiese”.

Pietro De Conciliis, giornalista di Radio Punto Nuovo, è intervenuto nel corso della trasmissione “Il Pungiglione Stabiese” per parlarci del momento dell’Avellino, prossimo avversario della Juve Stabia in Coppa Italia.

Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Pazienza non ha parlato della Coppa Italia nel post-gara con il Picerno e non lo farà nel pre-gara. Una squadra che non è scesa in campo ieri ma è anche vero che l’Avellino prima di queste due sconfitte veniva da 7 vittorie e due pareggi. L’Avellino vuole dare minutaggio a chi ha giocato di meno. Non rientreranno Russo, Cionek e Tito ma potrebbero avere spazio calciatori che hanno avuto minutaggio inferiore come Patierno.

Se si prende come riferimento la gara di ieri, l’Avellino sembra una squadra che lotta pe non retrocedere. Nonostante le 5 sconfitte che sono tante, è un Avellino lontano parente di quello visto fino a qualche giornata fa. Ieri il nulla a parte un paio di conclusioni nella prima frazione. Nel secondo tempo la squadra è calata in maniera preoccupante. Occorre far rifiatare alcuni giocatori. Il secondo gol preso ieri a Picerno viene da un contrasto perso nella propria area di rigore.

I meriti della Juve Stabia sono sotto gli occhi di tutti e non penso sia più una sorpresa. Il budget è sicuramente inferiore ma c’è un lavoro dietro che parte da lontano. L’Avellino ha avuto una partenza con handicap tra cui la sconfitta di Castellammare e la rottura con Rastelli. Poi la squadra ha risposto con buoni risultati ma c’è sempre un però che si riconduce agli investimenti fatti ma poi bisogna dimostrarlo sul campo.

Il momento dell’Avellino.

L’Avellino ha di fatto costruito due squadre, finora tutte in difesa le defezioni principali. Nonostante le assenze erano stati fatti buoni risultati ed erano stati scoperti alcuni giocatori importanti. Ora l’Avellino affronterà dopo la Juve Stabia un finale di girone di andata complicato. La Juve Stabia può permettere all’Avellino di riscattarsi da questa doppia sconfitta. L’Avellino farà un po’ di rotazioni nel 3-5-2 di Pazienza.

Il Picerno ha l’identità più precisa di questo campionato un po’ come la Juve Stabia. L’Avellino ha sofferto molto questi peperini brevilinei in mezzo al campo che ha il Picerno. Quando consegna il possesso agli avversari l’Avellino va in grande difficoltà. Il Picerno – continua De Conciliis – è una squadra molto temibile in questo momento. E’ una squadra che deve dare certezze anche nel girone di ritorno ma c’è un grande lavoro dietro. E’ una realtà che non può lottare per la promozione diretta ma nulla è precluso in un campionato equilibrato come questo.

Dopo la seconda sconfitta consecutiva anche i tifosi si sono fatti giustamente sentire. Pazienza ha detto che l’Avellino è una squadra difficilmente migliorabile. Non credo che l’Avellino farà più di 2-3 operazioni in entrata, farà sicuramente più operazioni in uscita”.

Juve Stabia TV


Dell’Oglio: la Juve Stabia merita il primato da tenere fino alla fine

Antonio Dell'Oglio, ex centrocampista della Juve Stabia, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso de "Il Pungiglione Stabiese"
Pubblicita

Ti potrebbe interessare