Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Caserta: “Non temo l’Empoli. Dobbiamo pensare solo a noi stessi”

Juve Stabia Caserta

Caserta, tecnico della Juve Stabia, in conferenza stampa alla vigilia della gara di esordio delle Vespe in Serie B al “Castellani” di Empoli: le sue dichiarazioni

Fabio Caserta, tecnico della Juve Stabia, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Empoli-Juve Stabia, gara di esordio delle Vespe nel campionato di Serie B 2019-2020.

Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“Dobbiamo essere positivi e partire bene al di là del risultato. Sappiamo che l’Empoli e’ una delle favorite per il campionato. Ma li affronteremo nel massimo della tranquillità.

A parte Mastalli non ci sono giocatori che staranno fuori per tanto tempo. Qualcuno salterà solo la gara di Empoli. La squadra sta bene e deve lavorare dimenticando lo scorso campionato. Dobbiamo dimenticarlo  e sapere che la Serie B e’ un campionato difficilissimo.

La squadra sta bene e vuole fare una grande gara. Noi sappiamo che l’Empoli è forte ma dobbiamo pensare solo a noi stessi.

Abbuamo già in rosa degli attaccanti validi ma la società farà qualcosa sicuramente. Cisse’ è arrivato da poco, a Rossi dobbiamo dare tempo perché nella scorsa stagione ha avuto qualche infortunio di troppo.

Paponi era un attaccante che faceva salire bene la squadra e ci faceva giocare bene. Anche Cisse’ fa questo tipo di gioco, è un attaccante di movimento e per me va benissimo. A me non serve un attaccante statico davanti. Noi dobbiamo lavorare su delle certezze che avevamo anche lo scorso anno. E’ importante come interpreti la gara al di là del modulo che usiamo.  Potremo usare più moduli perché abbiamo calciatori molto duttili.

L’Empoli è una squadra retrocessa che ha voglia di far bene, che gioca bene e ha voglia di risalire subito. Noi non dobbiamo avere paura di nessuno, dobbiamo ragionare di squadra e questo lo acquisiremo col passare delle giornate. Non temo l’Empoli ma penso solo alla mia squadra. Se sono più forti lo dovranno dimostrare sul campo.

Noi dobbiamo avere solo l’obiettivo della salvezza e non dobbiamo sconfortarci se arriverà qualche risultato  negativo.  Tutti, noi, tifosi e stampa dobbiamo tendere al raggiungimento dell’obiettivo salvezza insieme. Guai se non fosse così.

I tifosi hanno risposto benissimo con gli abbonamenti. Personalmente ho l’emozione di iniziare un nuovo campionato che da tecnico non ho mai fatto. La realtà della Serie C è una cosa, la B  e tutt’altra cosa.

Mastalli è un gran peccato perché ci teneva a fare alla grande questo campionato di B. Melara ha tanta voglia di fare bene, lui che ha giocato tante gare in questa categoria. Izco e Del Sole, oltre ad Allievi e Mastalli non saranno disponibili. I primi due dovrebbero farcela per il Pisa, Allievi ha bisogno di un mesetto”.