bitcoin profit tech-daily-ztYmIQecyH4-unsplash
bitcoin profit tech-daily-ztYmIQecyH4-unsplash

Bitcoin Profit e lo Yuan digitale cinese (criptovaluta)

Oggi analizziamo una piattaforma che permette di investire in Yuan digitale (Criprovaluta), il suo nome è Bitcoin Profit.

A ottobre 2020, la valuta elettronica cinese ha raggiunto un obiettivo importante, cioè quello di aver spostato ben 2 miliardi di Yuan attraverso quattro milioni di transazioni distinte.

In una recente intervista il market maker Phillip Gillespie ha lanciato un grido d’allarme in merito a questa spinta dell’economia cinese di incentivare l’investimento in yuan digitale, questo potrebbe non essere di buon auspicio per il futuro delle Bitcoin e delle altre criptovalute.

L’amministratore delegato del crypto market maker e fornitore di liquidità B2C2 Japan ha espresso tutto il suo scetticismo e preoccupazione, affermando che una volta che la Cina riuscirà ad emettere una valuta digitale della banca centrale (CBDC), il Paese asiatico potrebbe limitare lo spazio di manovra delle altre criptovalute.

Phillip Gillespie, dunque, afferma che questa operazione finanziaria possa interrompere “l’enorme quantità di liquidità” proveniente dal mercato cinese perchè scorge la possibilità che Tether (USDT) possa essere in futuro eliminato dal mercato crittografico del mercato asiatico.

Per investire nello Yuan digitale c’è Bitcoin Profit

La conversione dello Yuan in moneta digitale è già stata vietata in Cina, ma i cittadini usano lo stablecoin legato al dollaro Tether come soluzione per scambiare Bitcoin (BTC) e altre valute digitali con lo Yuan. Sul web ci sono una miriade di piattaforme informatiche e app dedicate al trading online di criptovalute che forniscono la possibilità di investire nelle criptovalute. Tra queste a titolo di esempio possiamo annoverare la piattaforma on line: Bitcoin Profit.

Questo cambiamento nei flussi monetari potrebbe terminare a breve, mentre c’è la concreta possibilità che si potrà verificare una mancanza di liquidità importante se la Cina prendesse la decisione di vietare l’uso dell’USDT.

Il panico la fa da padrone: vendite che aumentano a discapito degli acquisti

Mentre scriviamo c’è chi prova a minimizzare sostenendo che il successo di Tether sia stato in grado di fornire un modello di come potrebbe funzionare un CBDC. Aggiungiamo poi che è improbabile che i CBDC siano disponibili su blockchain pubbliche come Ethereum o Bitcoin.

Intanto continua la crescita del mercato monetario e finanziario cinese, le criptovalute potrebbero essere il prossimo obbiettivo dell’economia cinese.

Photo by Tech Daily on Unsplash

Ascolta la WebRadio