11.7 C
Castellammare di Stabia
sabato, Aprile 10, 2021

Alba incantevole a Taormina tra divinità ed eroi classici di Marco Savatteri

Da leggere

1d873ad79dddf8023b79ea3c58aa577a?s=120&d=mm&r=g
Mariella Mussohttps://vivicentro.it/author/mariella-musso/
Direttrice didattica, professoressa di musica, maestra di danza e istruttrice di fitness presso Scuola di Danza Butterfly Giardini-Naxos (ME). Lauree AFAM Alta Formazione Artistica e Musicale in Didattica della Musica e dello Strumento I e II livello e in Discipline Musicali II livello indirizzo tecnologico presso Conservatorio di musica "A. Corelli" di Messina. Collaboratrice Redazione Sicilia e pubblicista Quotidiano ViviCentro. Ufficiale di gara presso Federazione Italiana Danza Sportiva - Diplomata Federazione Italiana Danza Sportiva - International Dance Association - Federazione Italiana Fitness - Liceo Linguistico Ferdinand De Saussure.
Dopo aver conquistato migliaia di spettatori lo scorso anno tra la Valle dei Templi di Agrigento e Venezia, ha riscontrato un enorme successo anche oggi a Taormina una nuova versione scenica per raccontare “Il Risveglio degli Dei”. Un’unica rappresentazione con un cast di 50 interpreti tra cantanti, ballerini e attori tra cui il catanese Silvio Laviano, attento conoscitore dei testi classici che ha interpretato in maniera impeccabile sia Zeus che Ulisse e la partecipazione straordinaria di due artisti internazionali: l’illusionista e ballerino Alexis Arts, nei panni di Hermes, e il soprano lirico Rossana Potenza in quelli di Hera, la regina degli Dei. “Un riadattamento studiato appositamente per il Teatro Antico di Taormina che funga da auspicio per tutti di un risveglio dopo il lockdown imposto dalla pandemia – afferma l’autore e regista Savatteri -. L’uomo ha dimenticato di essere parte della natura e non il suo padrone, un punto dell’universo piuttosto che il suo centro. Il Mito, attraverso gli dei, ci interroga, ci ammonisce e vuole mostrare una via d’uscita”. Il pubblico presente al Teatro Antico, tra le più belle aree archeologiche siciliane, ha avuto il piacere di assistere a divinità ed eroi del mondo classico. Statue dormienti che hanno preso vita grazie all’uso sapiente del trucco e dei costumi di scena. La performance ha incluso insieme le diverse arti dello spettacolo, momenti di danza rituale e divinatoria, musiche originali ispirate alle sonorità del tempo, canti a cappella e momenti lirici, azioni sceniche, duelli epici come quello tra Ettore ed Achille ed effetti speciali come il fuoco rubato da Prometeo, centrale in questa versione scenica. Gli spettatori hanno piacevolmente seguito i giochi di Fauno, Satiri e Ninfe, contemplando gli dei e gli eroi del Mito, ed insieme ai protagonisti della scena, hanno potuto godere dell’incanto del panorama svelatosi al sorgere del sole dalla cavea del Teatro Antico rivolto all’Etna e alla baia di Giardini-Naxos.
Uno spettacolo per cui è valsa davvero la pena alzarsi alle 3.30 del mattino.
Mariella Musso

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio


Ascolta con un altro player
Winamp, iTunes Windows Media Player Real Player QuickTime

Sponsor

Ultime Notizie

- Pubblicità -