Quantcast
Banner Gori
Credit: SSC Napoli- Gattuso
Credit: SSC Napoli
SSC Napoli - primo piano

Napoli-Real Sociedad, Gattuso: “Spero di vedere un grande Napoli”

Napoli-Real Sociedad, Gattuso: “Spero di vedere un grande Napoli”

E’ intervenuto, ai microfoni della stampa, Rino Gattuso, nella consueta conferenza pre-partita. Ecco quanto riportato dai colleghi di Tutto Napoli, che citiamo e ringraziamo:

Si aspettava di arrivare all’ultima giornata senza la qualificazione? “Certo, sì, dal primo giorno del sorteggio sapevamo che era difficile, tutte organizzate. Il Rijeka la meno forte ha creato difficoltà a tutti, l’AZ e la Real Sociedad hanno rose competitive. L’AZ con gli stessi giocatori tranne uno ceduto ha perso lo Scudetto a 4 giornate dalla fine per differenza reti (stop al campionato per Covid, ndr), la Real Sociedad ha fatto benissimo, quest’anno è ancora imbattuto in campionato, sono squadre molto forti. Domani ci giochiamo il primo obiettivo, speriamo di vedere un grande Napoli”. 

Cosa pensa delle immagini di Parigi? Avrebbe fatto la stessa cosa? “Non lo so, bisogna trovarsi di fronte a quella problematica. Per combattere il razzismo bisogna dare segnali forti, ieri è stato forte, s’è deciso per salvaguardarsi dal razzismo, non è stato una bella storia di calcio”. 

Ad un anno dal suo arrivo, in che percentuale si sente soddisfatto? “Non lo so, abbiamo fatto buone cose, siamo molto soddisfatti ma la verità è che abbiamo una squadra forte, giovane, eravamo convinti dal primo giorno e lo siamo ancora di più che è perfetta per come vediamo il calcio io ed il mio staff”. 

Fabian è recuperato? “Sì, s’è allenato ed è a disposizione”. 

Cosa manca sul piano della mentalità? “Quando dico che siamo soddisfatti per la qualità del gioco e dei giocatori, quando non troviamo le nostre giocate e c’è una giornata storta dobbiamo migliorare nel stare lì, senza andare fuori di testa se non abbiamo il pallone, tenere botta, questo intendo per mentalità”. 

Insigne più sorridente dopo gli ultimi gol? “Non deve sorridere per i gol, ma perché deve essere un piacere allenarsi, essere qui a Castel Volturno, con lui ho un rapporto schietto, prima di dirlo a voi io lo dico a lui. Per valorizzare tutto ciò che fa in campo c’è bisogno di certi comportamenti e sta crescendo anche in questo, siamo contenti per come sta crescendo nel rappresentare da capitano, nell’essere impeccabile”. 

Sarà il primo allenatore allo stadio Maradona, cosa prova? “Emozione, responsabilità, c’è di tutto, anche per l’importanza della partita. Diego merita tanto per quello che ha fatto, domani è un grande onore essere il primo allenatore lì, ci sarà pressione per l’importanza della pressione e l’onore per la dedica a lui”. 

Zielinski da sotto punta si sente a suo agio? “Può fare quello, la mezzala, tutto, ha grandi qualità, ha avuto difficoltà dopo il Covid, è tornato quello che conosciamo tutto. Vediamo domani se gioca ed in che posizione, ma siamo contenti di tutta la squadra e domani servirà una grandissima gara in entrambe le fasi. Loro sono senza due giocatori importanti, ma è una squadra non a caso imbattuta da tempo, questo fa capire chi affrontiamo…”. 

Lo scambio di documenti per il contratto a che percentuale è? “Fatv e caz vuost (ride, ndr), lo dico sempre: stanno controllando, vediamo”. 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più