Quantcast

C5-Settore Giovanile- La Mater Ecclesiae tradisce Fenix ed Epomeo !
SPORT

C5-Settore Giovanile- La Mater Ecclesiae tradisce Fenix ed Epomeo !

CALCIO A 5 ISCHIA-SETTORE GIOVANILE – LA MATER ECCLESIAE TRADISCE  FENIX ED EPOMEO! IL PRESIDENTE AGNESE: “ VERGOGNATEVI”!

La Fenix Ischia, congiuntamente all’Epomeo C5, preso atto dell’annuncio della Mater Ecclesiae apparso sulla pagina Facebook da cui si evince l’intenzione di voler creare una squadra Juniores, diffida la Mater per quella che è a tutti gli effetti una scorrettezza senza precedenti. Com’era stato annunciato circa un mese fa, Fenix, Epomeo e Mater avevano dato vita al Progetto “Next Generation Ischia” dedicato a ragazzi delle annate 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, prendendo parte a due campionati: Under 19 o 17 FIGC (con matricola Fenix), Juniores CSI (con matricola Mater). Le due società avrebbero dovuto farsi carico dei costi di gestione, mentre l’Epomeo avrebbe garantito un folto gruppo di ragazzi che non aveva una squadra e una società di riferimento. Il progetto era stato condiviso ed approvato all’unanimità dai rappresentanti delle tre società con tanto di creazione di un gruppo Whatsapp. Circa una settimana dopo il primo allenamento, dopo che nessun dirigente della Mater si era visto sul campo o si era fatto sentire, attraverso un semplice messaggio Whatsapp, il presidente della Mater Ecclesiae Ciro Buono ha annunciato un clamoroso dietrofront della sua società, sostenendo di “essersi reso conto di non avere persone che avrebbero potuto seguire la squadra e che la scelta del dietrofront era stata voluta dalla maggioranza della società, pur non essendo da lui condivisa”. Ebbene sì, dopo aver approvato e condiviso il progetto, il presidente ed i collaboratori presenti alle riunioni (in una c’era anche l’ex parroco don Gianfranco Del Neso) hanno deciso di consultare la maggioranza, la quale avrebbe sostenuto di non essere in grado di poter supportare il progetto. Oggi, 6 Novembre, la Mater annuncia l’apertura delle iscrizioni alla categoria Juniores, la stessa a cui avrebbe preso parte nel progetto “Next Generation”. Questo è quanto accaduto ed è quanto ha lasciato profondamente amareggiato il presidente della Fenix Ischia Vincenzo Agnese: “Ci troviamo davanti ad una vergogna incommentabile. Insieme ad Epomeo e Mater avevamo preso un impegno con questo gruppo di ragazzi. Ad allenamenti iniziati, nonostante gli impegni presi, la Mater ci ha abbondanti fregandosene dell’impegno preso e del disagio creato. Per il bene dei ragazzi, insieme al mio amico di una vita Raimondo Di Iorio (presidente dell’Epomeo), abbiamo deciso ugualmente di continuare per non deludere questi ragazzi e non nascondo che io personalmente e con la mia società siamo stati costretti ad un aumento del budget inizialmente previsto. Ciononostante non abbiamo voluto gettare fango sulla Mater nonostante la grande scorrettezza e soprattutto la modalità con cui era stato comunicato il dietrofront. Pensavamo che forse c’erano delle motivazioni gravi di cui non potevamo essere informati. Ed invece scopriamo che siamo stati presi in giro, visto che oggi la stessa società prova a creare una squadra Juniores, la stessa che avrebbe avuto aderendo al progetto, ripeto, condiviso da tutti. Sono rimasto profondamente deluso soprattutto dalle persone che faccia a faccia mi avevano fatto delle promesse e che poi se ne sono altamente fregati di mettere a rischio la nascita del progetto. Ad ogni modo il nostro progetto sta andando avanti, prenderemo parte al campionato Under 17 FIGC con un allenatore importante, siamo affiliati al Napoli Calcio a 5 e abbiamo un gruppo di 15/16 ragazzi che si allenano con impegno e soprattutto si divertono. La maggior parte di loro è di Serrara e di Fontana, li andiamo a prendere con un pulmino e li riaccompagniamo, qualcuno viene direttamente da scuola, tutti mangiano un panino al volo perché ci alleniamo nel primo pomeriggio. I ragazzi si sacrificano, sono entusiasti  e soprattutto siamo riusciti ad inserire anche qualche ragazzo di Ischia e alcuni ragazzi stranieri che casualmente avevano assistito ad un allenamento. Come si suol dire, meglio soli che male accompagnati!!! Credo che la foto fatta oggi al campo sia la miglior risposta a questo comportamento vergognoso, oltre che uno stimolo per andare avanti nonostante tutto”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania