Quantcast
Banner Gori
Juve Stabia - Bisceglie Calcio Serie C 2020-2021 (48)
juvestabia - editoriale

Juve Stabia, Vespe senza pungiglione – EDITORIALE

Per la Juve Stabia al San Nicola c’è troppo Bari. La squadra di Padalino esce sconfitta dal match contro la compagine di Auteri, forte delle prodezze dei suoi attaccanti.

Per la Juve Stabia un’altra buona prestazione cui però non segue un risultato positivo. Aspetti, nel bene e nel male, su cui lavorare in vista della vicina gara col Palermo ma, soprattutto, del prosieguo di stagione.

In un match in cui foltissima era la truppa di ex, in special modo dal lato barese, era quasi scontato che potesse arrivare il classico gol dell’ex. Ad applicare una delle leggi più antiche e puntuali del calcio ci ha pensato Montalto, ex poco rimpianto nonostante la vena realizzata accesasi dopo il suo addio ai gialloblu, e il sempreverde Antenucci.

Se volessimo dedicarci ad una lettura essenziale della gara, potremmo dire che la differenza tra Juve Stabia e Bari l’hanno fatta gli attacchi. Se implacabile è stato quello pugliese, impreciso si è rivelato quello campano nonostante l’ottima mole di gioco e la personalità che non hanno difettato nemmeno al San Nicola.

I ragazzi di Padalino hanno infatti avuto subito la palla del pareggio, sprecata da Bubas, seguita poi nella ripresa da altre due nitide occasioni da rete. Parafrasando la più celebre massima di Muhammad Ali, la Juve Stabia ha volato come una farfalla senza però pungere come un’ape. In sostanza, ottima è stata la trama di gioco delle Vespe, scopertesi però senza pungiglione. Una lacuna comprensibile alla luce delle tante assenze del reparto offensivo, primo di Cernigoi e Golfo ed in cui Romero è tutt’ora costretto a fare gli straordinari.

Dovendo fare di necessità virtù in una stagione che si conferma complessa e particolare gara dopo gara, ben vengano le tante occasioni da rete, fattore positivo da cui ripartire, ma si accentua anche il ruolo che devono avere i centrocampisti. Quando l’attacco stecca gli inserimenti dei vari Vallocchia, Scaccabarozzi, Mastalli e Fantacci possono e devono essere risorse inaspettate per le difese avversarie.

Appena due i giorni per preparare il match col Palermo. 48 ore nelle quali recuperare le energie mentali e affillare nuovamente il pungiglione.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più