Quantcast

La Rinascita Ischia dilaga,6-0 al fanalino di coda Sporting Campania
Calcio - Eccellenza campana Ischia

1^Categoria-Rinascita Ischia forza 4 e tris alla capolista Plajanum Chiaiano

A cura di Simone Vicidomini

La Rinascita Ischia Isolaverde continua la sua scalata verso il primato. In un “Mazzella” con un clima totalmente invernale condito tra vento e freddo, i gialloblu superano per tre reti la capolista Plajanum Chiaiano. La formazione guidata da Isidoro Di Meglio dimostra partita dopo partita i progressi sotto il piano tecnico e tattico,portando a casa la quarta vittoria consecutiva. Se l’attacco continua a segnare,anche la difesa ha dato un’altro grosso segnale: terza partita consecutiva con la porta che rimane inviolata. Il vero trascinatore di questo gruppo è Mendil arrivato ad otto marcature in appena sette partite da quando è arrivato in maglia gialloblu. Il franco algerino ha trovato un’altra doppietta personale nella gara contro il Chiaiano,bravo a sfruttare al meglio gli errori delle retroguardia nero verde. La terza marcatura è arrivata con un calcio di rigore messo a segno da Matarese : tre gol in appena due gare.  La prima frazione di gioco non ha regalato grossi sussulti, anche perchè i padroni di casa erano un po’ contratti ma con un Chiaiano chiuso completamente nella metà campo. Nella ripresa cambia nettamente il copione,con gli ospiti che hanno alzato il baricentro,ma senza creare grosse occasioni,bravi gli isolani a sfruttare gli errori difensivi per andare in rete. La Rinascita Ischia Isolaverde con la vittoria,manda un chiaro messaggio al campionato e si candida per la vittoria finale del campionato,anche perchè la vetta dista soltanto sei punti. La capolista vista al “Mazzella” non sembra per niente essere l’antagonista dei gialloblu per il campionato,ma molto di più sembrano essere il Maued Sport e l’Edilmer Cardito la parola ora spetta al campo.

LE FORMAZIONI – La Rinascita Ischia Isolaverde si presenta all’appuntamento con la capolista praticamente al completo. Isidoro Di Meglio manda in campo i suoi con un 4-3-3 che vede Tufano fra i pali e la difesa formata da Del Deo, Restituto, Trani A. e Fondicelli. A centrocampo agiscono Ferrandino, Paradiso e Varchetta, mentre in attacco ci sono Mazzella, Mendil e Matarese.

Sul versante opposto, mister Marino può contare su ben 4 nuovi calciatori, tutti arrivati in settimana: i terzini Rippa e Maglione, il centrocampista Marzocchi ed il bomber (ex Real Grumese) Pengue, questi ultimi due sono in panchina. La capolista si schiera con un 4-3-3 che vede Monteloene a difesa della porta e la linea difensiva composta da Cuomo, Florio, Vastarella e Esposito D.. A centrocampo ci sono Procentese, Esposito A. e Galiano, mentre le punte sono Angiolino, Polizio ed Esposito G..

 La gara inizia con un discreto ritmo ma senza azioni di rilievo nei primi 10 minuti. Al minuto 12, gravissimo errore difensivo del Plajanum Chiaiano e Rinascita Ischia in vantaggio: Monteleone batte un fondo servendo Florio, che cincischia e ricede malissimo la palla al suo portiere, Mendil – come un falco – si avventa sulla sfera e di punta batte l’estremo difensore ospite. Curiosità: il fondo battuto dagli ospiti doveva essere un calcio d’angolo incredibilmente non assegnato dall’arbitro ai gialloblu. Poco male. Al 23’, il Chiaiano prova a replicare e lo fa con Esposito G., che al limite dell’area si gira bene di sinistro, dopo che una palla persa da Ferrandino aveva messo in moto la ripartenza ospite, ma manda la sfera alta. Al 25’, la Rinascita reclama un calcio di rigore per un evidente fallo di mani di Procentese, che devia in maniera scomposta una punizione dalla sinistra di Mazzella. Passano circa 60 secondi ed ancora Esposito G. ci prova da fuori, stavolta di destro, ma il pallone va sempre alto. La Rinascita, a tratti, riesce ad esprimere davvero un bel calcio, soprattutto sulla sua catena di destra. Al 32’, sugli sviluppi di due calci d’angolo consecutivi, prima il Plajanum colpisce la parte alta della traversa e poi con Angiolino fallisce una buona occasione di testa. La Rinascita, comunque, soffre poco, ma una nota va fatta sull’arbitraggio: Giovanni Frisulli di Ercolano, in pratica, non riesce ad azzeccare una decisione. Nel primo dei tre minuti di recupero concessi, bella fuga di Matarese sulla sinistra, l’esterno entra in area e serve sotto misura Mendil che viene anticipato da Florio prima di mettere in rete.

La ripresa si apre con due cambi nelle fila del Chiaiano: dentro Pengue (all’esordio in maglia neroverde) e Di Paoli per Polizio e Cuomo. Gli ospiti partono con un pressing un po’ più alto rispetto a quello fatto nella prima frazione, ma un altro clamoroso errore della loro difesa consente a Mendil di raddoppiare. Al minuto 49, rinvio maldestro di Florio (ancora lui) che anticipa l’uscita del suo portiere – che lascia la porta sguarnita – ma serve Mendil che deposita in gol dai 25 metri! Passano 2 minuti e Procentese calcia una punizione dal lato corto dell’area e colpisce la traversa. Al minuto 57’, tiraccio di Esposito A., che viene beccato dal pubblico isolano e risponde con un gestaccio. Il maleducato centrocampista viene sostituito poco dopo. Al 63’ ancora Procentese, su un calcio di punizione dalla sinistra, sfiora il palo.  Al 66’ il Plajanum sfiora la rete: la girata di Esposito G., su assist involontario di Pengue, ben servito nel cuore dell’area isolana, termina lontana dall’incrocio dei pali della porta difesa da Tufano. Due minuti dopo, ripartenza condotta dal neo entrato Gigio Trani, che serve Mendil al limite che scarica di sinistro di poco alto. Al minuto 74’, quello che sembra essere un fallo da ultimo uomo di Vasterella su Mendil, viene trasformato dall’arbitro – fra lo stupore generale – in una simulazione dell’attaccante isolano che viene ammonito. Al76’, Trani A. perde palla, Pengue entra in area e serve Esposito S. che tutto solo spara altissimo di prima intenzione.  Al minuto 80’, altro svarione di Pengue che liscia un pallone consentendo l’inserimento di Mendil, che viene atterrato dallo stesso difensore neroverde mentre sta per calciare verso la porta: rigore solare ed ammonizione per l’ospite. Sul dischetto si presenta Matarese che spiazza Monteleone e chiude il match. Sul Mazzella fa capolino un bellissimo arcobaleno: per chi ci crede, può essere davvero di buon auspicio per il prosieguo in campionato dei gialloblu.

 

RINASCITA ISCHIA IV 3

PLAJANUM CHIAIANO 0

RINASCITA ISCHIA IV: Tufano, Del Deo, Fondicelli, Ferrandino (71’ Migliaccio), Restituto, Trani A., Paradiso, Varchetta (80’ Buono), Mazzella (64’Trani L.), Mendil (89’ Pilato), Matarese (84’ Di Meglio). A disposizione: Arcamone, Napoleone. All.: Isidoro Di Meglio

PLAJANUM CHIAIANO: Monteleone, Cuomo (46’ Di Paoli), Esposito D., Esposito A. (61’ La Cava), Florio, Vastarella (80’ Marzocchi), Angiolino, Galiano (51’ Esposito S.), Polizio (46’ Pengue), Procentese, Esposito G., A disposizione: Canetti, Palmitessa. All.: Sandro Marino

Arbitro: Giovanni Frisulli della sez. di Ercolano

Reti: 12’ e 49’ Mendil (RI), 81’ Matarese rig. (RI)

Ammoniti: Varchetta, Del Deo, Mendil, Tufano (RI); Procentese, Florio, Pengue (PC)

Calci d’angolo: 4-5

Recupero: 3’ p.t., 3’s.t.

Spettatori 200 circa

 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania