26.1 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

lunedì, Agosto 15, 2022

Esposto frana strada provinciale Moio Alcantara-Roccella Val Demone

Da leggere

Mariella Mussohttps://vivicentro.it/author/mariella-musso/
Direttrice didattica, professoressa di musica, maestra di danza e istruttrice di fitness presso Scuola di Danza Butterfly Giardini-Naxos (ME). Lauree AFAM Alta Formazione Artistica e Musicale in Didattica della Musica e dello Strumento I e II livello e in Discipline Musicali II livello indirizzo tecnologico presso Conservatorio di musica "A. Corelli" di Messina. Giornalista corrispondente Messina e provincia per Tele Jonica - Futura Production. Collaboratrice Redazione Sicilia e pubblicista Quotidiano ViviCentro. Ufficiale di gara presso Federazione Italiana Danza Sportiva - Diplomata Federazione Italiana Danza Sportiva - International Dance Association - Federazione Italiana Fitness - Liceo Linguistico Ferdinand De Saussure.

È stato depositato questa mattina l’esposto riguardante la frana presente sulla strada provinciale 2, Moio Alcantara-Roccella Val Demone.

L’esposto è stato presentato dal Comitato denominato “Strade Sicure” con a capo il presidente Prof. Giovanni Di Dio e dal cittadino esemplare Guglielmo Trusso, da sempre attento alla sicurezza sulle strade e alle negligenze amministrative e politiche, nonché attivista della prima ora del movimento cinque stelle, al Procuratore della Repubblica e al prefetto di Messina, ai sindaci dei Comuni interessati e agli organi preposti.

L’istanza mostra e mette in evidenza la gravosa situazione emergenziale della frana sulla Sp 2 verificatasi a meno di 2 Km dal centro abitato Roccellese che si protrae ormai da due anni.

Frana che, ha interrotto il percorso tra i i due comuni provocando di fatto l’isolamento dell’intera comunità dei Cittadini di Roccella.

Anche se allo stato attuale si percorre una strada alternativa, realizzata in via temporanea proprio per ovviare al problema, quest’ultima presenta una fortissima pendenza con curve al limite della sicurezza, specialmente per qualche mezzo pesante, costretto ad avventurarsi, pur di valicare Passo Polverello, al fine di raggiungere l’abitato di Montalbano – Floresta e oltre.

Inoltre, la zona essendo montuosa ( 800m s.l.m.), è spesso soggetta a precipitazioni nevose, con alto rischio di formazione di ghiaccio e presenza di nebbia. Dal momento che ad oggi, nonostante reiterati appelli, non sono stati ancora presi provvedimenti a riguardo, il comitato cittadino “Strade Sicure” e Guglielmo Trusso sottolineano che la strada “nuova” doveva essere funzionante solo momentaneamente e non doveva perdurare per quasi due anni.

Mariella Musso

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy