Quantcast

Sud - cronaca

Torre Annunziata, protesta dei lavoratori a rischio dopo il sequestro del CMO

“è stata intrapresa dai dipendenti del CMO una manifestazione di protesta all’esterno dei locali comunali di Via  Provinciale Schiti”

Torre Annunziata – Sono ormai passati mesi  dal sequestro dei locali del CMO, la situazione dei lavoratori a rischio licenziamento però non è cambiata.

Dopo aver istituito il Comitato Lavoratori CMO – Art. 32 Salute&Libertà (articolo qui) la situazione non è cambiata. Quindi è stata intrapresa dai dipendenti del CMO una manifestazione di protesta all’esterno dei locali comunali di Via  Provinciale Schiti.

In una nota del comune si legge:

«L’Amministrazione comunale di Torre Annunziata vive con particolare apprensione l’emergenza relativa alla Centro polispecialistico. Gli sforzi dell’Ente sono orientati alla ricerca di eventuali soluzioni che possanotutelare in primis i lavoratori. Si precisa, inoltre, che in ordine al sequestro dell’immobile di via Roma, il CMO è già destinatario di pronunce negative da parte del Tribunale del Riesame e della Corte della Cassazione. Pertanto, la complessità della questione, così come si presenta oggi al Comune, va affrontata con la massima attenzione e cautela possibile».

Vi è stato un incontro tra il sindaco  Vincenzo Ascione e il Procuratore Capo Alessandro Pennasilico.

Si legge in una nota:

«In una logica di serena interazione tra le Istituzioni interessate, Procura della Repubblica e Comune, l’Ente predisporrà – nei tempi dovuti – una memoria contenente approfondimenti sulla complessa situazione relativa all’immobile posto sotto sequestro, comprensiva degli aspetti edilizi e paesaggistici»

(torresette)

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania