Quantcast

Sud - cronaca

Portici, ferisce e sequestra la compagna: lei si libera e lo fa arrestare

Prima la accoltella e poi la rinchiude in casa impedendole di uscire: ventiquattro ore di follia per un uomo di Portici. Per fortuna lei è riuscita a liberarsi
Le ha prima inferto ferite da arma da taglio sul corpo, poi la folle decisione: l’ha rinchiusa in casa impedendole di uscire. L’episodio, stando a quanto racconta il Mattino, è accaduto a Portici la sera del 3 maggio quando un uomo di 33 anni ha aggredito la convivente di 49 anni con un coltello, nella abitazione che divide con lei, procurandole ferite alla mano destra guaribili in sei giorni. Dopo averla rinchiusa in casa l’uomo è scappato via, sottraendole il telefono cellulare. Solo ieri la donna è riuscita a liberarsi, dopo molte ore. Una volta riuscita ad “evadere” dall’appartamento si è subito recata alla locale stazione dei carabinieri per sporgere denuncia. Dagli accertamenti è uscito fuori che l’uomo era già noto alle forze dell’ordine.

Nel corso di una perquisizione domiciliare, i carabinieri avrebbero sequestrato al 32enne due coltelli e circa venti grammi di hashish. L’uomo, dopo essere stato intercettato dai militari, è stato tratto in arresto e condotto nel carcere di Poggioreale; dovrà difendersi dall’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, sequestro di persona e detenzione di sostanza stupefacente.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania