Quantcast

Banner Gori
Logo CTB, stagione estiva
Nord - terza pagina Spettacoli

Stagione estiva del Ctb (BS): Sette letture sceniche per ricominciare

Il CTB RIPARTE E PRESENTA LA STAGIONE ESTIVA. D’ESTATE AL CHIOSTRO: 7 LETTURE SCENICHE PER RICOMINCIARE. 7 MONOLOGHI LETTI ALL’APERTO DA ATTORI ED ATTRICI DI GRANDE TALENTO

Stagione estiva del Ctb (BS): Sette letture sceniche per ricominciare

Il 16 luglio sarà la data ufficiale della ripartenza teatrale e coinciderà con  l’inaugurazione della stagione estiva del Ctb. Interamente collocata all’aperto presso i Chiostri del Teatro Santa Chiara, l’attività teatrale riguarderà sette diverse letture portate in scena da attori ed attrici dal grande talento come Maria Paiato, Elena Bucci e Marco Sgrosso, Ludovica Modugno, Lucilla Giagnoni, Simone Cristicchi, Graziano Piazza e Viola Graziosi, Fausto Cabra.

Gli artisti si esibiranno con monologhi o dialoghi, anche per esigenze legate al contesto storico attuale nel mantenimento delle distanze di sicurezza, distribuiti in sette serate comprese fra il 16 luglio ed il 6 agosto.

La programmazione prevede la lettura di sette pezzi, riconducibili a tematiche variegate, per venire incontro al soddisfacimento dei più vari interessi.

Tre saranno rivisitazioni di testi d’autore come Una e una notte (16 luglio, 21.30), tratto dall’omonimo romanzo di Ennio Flaiano dove l’attrice, Anna Paiato è interprete dell’omaggio al grande scrittore. Le vicende narrate riguardano il protagonista Graziano, giovane aspirante giornalista, che vive una folle e caotica notte a Roma, caratterizzata da una sorprendente avventura amorosa.

Sempre fra le rivisitazioni, con Li romani in Russia (in programmazione giovedì 30 luglio, 21.30), tratto dal poema di Elia Marceli, Simone Cristicchi racconta l’orrore della guerra raccontata con gli occhi di chi la vissuta in prima persona.

La terza riguarda una rilettura in chiave jazz del Grande inquisitore dei fratelli Karamazov (6 agosto, ore 21.30), in cui l’attore Fausto Cabra insieme alla musicista Mimosa Campironi attraverso il ricorso all’improvvisazione ed alla mescolanza fra musica e parola, mettono in scena due diverse visioni del mondo nel legate alle tematiche di libertà e di mediazione fra fede e potere.

Due opere sono invece ispirate al mondo del teatro. Si tratta di “All’antica italiana. Storie di gente di teatro” (lunedì 20 luglio) nel quale si descrivono i misteri, le bellezze ed i segreti del teatro, ma anche del cinema e della televisione; e di “Shakespeare for dummies/sogno di una notte di mezza estate”(lunedì 3 agosto, ore 21.30) dove, alternando dialoghi propri degli attori con quelli dei personaggi, si sovrappongono i piani di realtà e finzione.

Lucilla Giagnoni invece nello spettacolo Terra. Una carta dei diritti (27 luglio, ore 21.30), racconterà i punti chiave della carta descrivendo quattro modi di stare al mondo, quattro visioni intorno alla comunità di vita su questa Terra.

Ispirato alla biografia di Alda Merini, L’altra verità. Diario di una diversa (il 23 luglio, alle 21.30) ripercorre la vita della scrittrice e poetessa, con l’interpretazione di Ludovica Modugno che toccherà anche l’esperienza umana drammatica del manicomio, mettendo in luce come sia la diversità possa rendere gli esseri umani forti ed unici nella loro pur grande fragilità.

Tan Koroglu / Redazione Lombardia

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat