Quantcast

Isole - cronaca Isole - opinioni Isole - politica

Giardini Naxos, un parcheggio pubblico chiuso divenuto discarica. Interrogazione parlamentare

Interrogazione parlamentare dei deputati regionali Luigi Sunseri e Antonio De Luca.

A Giardini Naxos, nota località turistica sul mare Jonio limitrofa a Taormina, i parcheggi in estate sono come un metallo prezioso difficile da trovare. Eppure nella parte Sud del paese, sulla Via Nazionale al bivio per l’A18, c’era un ampio parcheggio pubblico, il Salluzzo, che improvvisamente l’Amministrazione ha chiuso finendo con il trasformarsi in una discarica.

I deputati dell’ARS Antonio De Luca e Luigi Sunseri, insieme a Paolo Ficara e ad Angela Raffa su invito degli attivisti del Meetup Giardini Naxos In Movimento, di cui è portavoce Giuseppe Leotta, si sono recati sui luoghi per vedere di persona la situazione, sicché i primi due, De Luca e Sunseri hanno presentato una interrogazione parlamentare al Governo Musumeci e qui appresso riportata, mentre la Raffa si è impegnata a porre la questione all’attenzione del ministro dei Trasporti Toninelli.

L’interrogazione:

“Il governo regionale si faccia carico in tempi brevi di bonificare l’area del parcheggio ‘Salluzzo’, di proprietà del CAS, sito nel territorio di Giardini di Naxos. Quello a cui si assiste da mesi è un pessimo spettacolo, che mina non solo l’ambiente di un territorio ad altissima vocazione turistica, ma anche la salute dei cittadini. Quel parcheggio è ormai da mesi luogo di discarica abusiva. Il suo intero perimetro è, infatti, meta di deposito indiscriminato di spazzatura, materiali di risulta, rifiuti ingombranti vari, cumuli di erbacce e canneti. L’area in questione è di proprietà del Consorzio Autostrade Siciliane, ente pubblico regionale non economico sottoposto al controllo della Regione Siciliana. L’inquinamento lì è tale da aver costretto le forze dell’ordine a porre l’area sotto sequestro e lo stesso sindaco a chiudere l’area limitrofa per motivi di sicurezza. A questo punto chiediamo al governo Musumeci quali azioni intenda intraprendere per far sì che l’area in questione diventi fruibile e utilizzabile come area di sosta e non come luogo di discarica, ed entro quali tempi intende procedere alla bonifica del sito”.

Il deputato Luigi Sunseri scrive anche sulla sua pagina Fb (dalla quale è tratta anche l’immagine del parcheggio Salluzzo) “ho presentato un’interrogazione per chiedere cosa intenda fare la Regione per bonificare e ripristinare al più presto la funzione di parcheggio di quest’area abbandonata, trasformata in discarica abusiva, il cui inquinamento ha raggiunto livelli tali da costringere le forze dell’ordine a porre la zona sotto sequestro. Da mesi si assiste a questo pessimo spettacolo, che non solo mina l’ambiente di un territorio ad altissima vocazione turistica, ma anche la salute dei cittadini”.

Ci sono sul territorio tante altre sparse opere chiuse, trascurate o incompiute e anzi qualcuna solo propagandata per anni dalla politica, quale lo svincolo A18 di Santa Teresa di Riva, come fosse immediatamente prossimo e del quale invece non risulta neanche presentato il progetto al CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane).

Una risaputa quanto dissimulata situazione generale in Sicilia di abbandono infrastrutturale (eloquente pure l’annosa groviera dell’autostrada Messina-Taormina) conseguenza del “costituzionale” sperpero, spreco, indolenza, inconcludenza, spartizione e ambiguità pubblica che domina da tempo in questa “bellissima” Isola gravemente sfregiata nei decenni da una trasversale cultura politica tanto interiormente connivente, convittuale e sicilianofoba quanto esteriormente solo arrogante, clientelare, ingorda, sprezzante, ipocrita e a volte sentenziata corrotta e persino mafiosa.

Adduso Sebastiano

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania